Prigioniera per 16 anni del marito, una gabbia virtuale piena di odio e molestie, ecco cos’è successo

La storia di una donna che ha vissuto per 16 anni con un marito violento che la manteneva prigioniera in casa, ecco cos’è successo.

La storia di una donna che ha vissuto per 16 anni con un marito violento che la manteneva prigioniera in casa, una prigione fatta di pianti, odio e molestie.

Zeenit Bibi, ha avuto la forza di ribellarsi a tutto questo e raccontare la sua storia, per dire BASTA, per dire alle donne che bisogna ribellarsi, che non bisogna avere paura, che non si è mai soli. Racconta i segni che si porterà per tutta la vita e quanto aveva creduto in quell’amore per un uomo folle, che si divertiva a farla soffrire.

Racconta quante volte ha pensato di farla finita, quante volte la disperazione ha preso il sopravvento ma è andata avanti, oggi è qui a sostegno delle donne che soffrono, delle donne che come lei sono vittime di uomini senza scrupoli.

violenza-donnePrigioniera per 16 anni: ecco cos’è successo

Una donna,  ha trascorso 16 anni come prigioniera virtuale nella sua casa a Birmingham, dice di non aver mai parlato perché pensava che nessuno le avrebbe creduto.

Zeenit Bibi, 36 anni, è stata picchiata regolarmente dal marito Aziz Rehman, 47 anni, che le ha anche impedito di vedere familiari e amici.

Descriveva il modo in cui era solito incastrare i rametti sul telaio della porta principale quando usciva di casa, così avrebbe saputo al suo ritorno se fosse uscita.

Al Crown Court di Birmingham, Rehman è stato imprigionato per aggressione e controllo coercitivo

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.