Relazione di coppia: è giusto cambiare per lei o per lui?

-
05/03/2020

In ogni relazione arriva il momento in cui uno dei due è costretto a cambiare qualcosa di sé. In tal caso, è giusto farlo? Se sì, perché?

Relazione di coppia: è giusto cambiare per lei o per lui?

Sia in una relazione appena sbocciata che in una ormai perfettamente solida spesso si scende a compromessi e si è anche obbligati a farlo, senza un’alternativa. Una relazione comporta impegno, sacrifici, volontà e tanta pazienza; sembra più il classico compito da svolgere a casa piuttosto che un sentimento da coltivare. Eppure il segreto è proprio quello: è il tempo e l’impegno che dedichiamo alle cose che ci fanno capire quante esse valgono e soprattutto quanto possano migliorare anche noi stessi. Il punto è questo: in una relazione ci si deve modificare solo se questo comporta un miglioramento per la persona che deve farlo. Se il cambiamento ci fa, invece, peggiorare non solo come persona , ma peggiora anche la nostra relazione, allora significa che non è questa la strada giusta da percorrere.

Cambiare per l’altro/a è giusto in una relazione?

Tante volte sentiamo dire: “io sono fatta/o così, se gli/le sta bene, perfetto, altrimenti posso anche farne a meno”, oppure: “se vuole cambiarmi allora non è amore vero”.

Queste sono le solite frasi da film che ascoltiamo e che immagazziniamo nella nostra testa, che escono all’improvviso senza un vero senso, ma giusto perché la situazione sembra quella opportuna per usarle e vogliamo far prendere aria alla bocca.

Queste frasi sono le cose più lontane dalla verità: lui o lei sta con te perché effettivamente gli/le vai bene già per come sei, altrimenti avrebbe cercato altro, giusto?

Certo, un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione è la natura del rapporto, della relazione iniziata. Se si parla di una relazione in cui uno dei due è autoritario, dispotico ed eccessivamente esigente, allora non è amore a prescindere! Piuttoto, bisogna darsela a gambe di fretta e furia.


Leggi anche: Soldi depositati in banca: non sono più i tuoi, a dirlo la legge

Se invece si è in una relazione solida, ma anche agli albori, in cui prevalgono valori come comprensione, rispetto e una certa confidenza, allora la musica cambia.

Non si possono conoscere tutte le situazioni in cui in una relazione c’è la necessità di un cambiamento, anche se sembrano tutte uguali, ogni caso ed episodio è diverso dall’altro per via di tanti fattori che caratterizzano la storia e la coppia.

Ma una massima da tenere in grande considerazione è questa domanda: il cambiamento che il mio lui o la mia lei vuole da me può fare bene anche alla mia persona oltre che alla coppia? Può rivelarsi più un miglioramente che una modifica? Possono guadagnarci anche io qualcosa?

Se la risposta è sì allora il cambiamento non farà nemmeno così tanto paura, non si farà nemmeno chissà che grande sacrificio.

Non verrà toccata la personalità ed il carattere della persona, il suo modo di pensare ecc., piuttosto, qualora ci fossero delle pecche, le si potrebbe modificare in senso positivo.

 

Leggi anche:

Come combattere l’influenza? Facendo l’amore, lo dice la scienza