Roba da Matt: il disastro di Mattarella

-
29/05/2018

Roba da Matt: il disastro di Mattarella

E meno male che aveva detto di volere il bene degli Italiani!

In due giorni, per mera voglia di protagonismo, quello che avrebbe dovuto essere il Presidente di tutti gli Italiani, è riuscito nell’impresa di confezionare il peggior disastro della storia della Repubblica.

Vediamo nel dettaglio le conseguenze di questo capolavoro di incapacità politica.

Lo spread in due giorni è quasi raddoppiato.

La borsa ha perso oltre i 4%, sempre in due soli giorni.

La credibilità del colle si è dimezzata.

L’Italia si è spaccata a metà, anzi a tre quarti.

Gli astenuti aumenteranno perchè nella gente si è diffusa la sensazione che il voto non serve a nulla.

Mettere insieme i due grandi partiti “populisti” al punto che l’analisi di oggi dice che se andassero insieme prenderebbero il 95% dei collegi uninominali.

Far capire a tutti che il suo partito, perchè Mattarella viene da lì, il PD,( che di scrive Partito Democratico ma si legge Partito Democristiano), non può in alcun modo rappresentare l’area di sinistra e basta ascoltare gli interventi stonati di questi giorni dei reduci di questa sgangherata compagine, che per l’ultima volta ho votato anch’io, perchè un vero uomo di sinistra resti inorridito.

Forse se si alleassero con Forza Italia, a cui sono contrari ideologicamente e a parole ma totalmente affini programmaticamente, avrebbero più successo. 

Dimenticavo, ultimo ma non ultimo, mandare il professor Cottarelli, degnissima persona, a raccogliere dal parlamento la sola fiducia del PD, il partito che con Renzi l’aveva mandato a casa, mina nelle fondamenta anche la figura e la credibilità del presidente del Consiglio.

In questi giorni tv e giornali hanno rispolverato dagli ospizi una miriade di saggi o presunti tali, gli unici che possono sostenere i loro assiomi in totale malafede: non meravigliamoci poi se i giovani o le persone di valore scappano dall’Italia.