Romania: protestano contro la corruzione, esplode la violenza, più di 400 feriti

Le proteste antigovernative nella capitale rumena sono diventate violente venerdì sera quando la polizia si è scontrata con i manifestanti, usando gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere la folla.

Centinaia di manifestanti sono rimasti feriti ieri sera a Bucharest

Più di 400 hanno bisogno di cure mediche dopo che la polizia ha usato gas lacrimogeni e manganelli per sedare le dimostrazioni di un’enorme folla che si dice sia stata gonfiata da migliaia di persone che sono tornate dall’estero per prendere parte.  

Parapendio: emozioni e adrenalina, una sfida continua. La storia di Vlad

Gli emigranti tornano a combattere la corruzione.

In questi giorni decide di migliaia di famiglie emigrati all’ estero sono ritornati in Romania per partecipare a questo protesto.

proteste in RomaniaKlaus Iohannis, il Presidente della Romania, ha condannato l’uso della forza da parte della polizia considerata sproporzionata. Il Presidente sulla sua pagina Facebook pubblica: “Condanno fermamente il brutale intervento della polizia antisommossa, fortemente sproporzionato rispetto alle azioni della maggioranza delle persone nella piazza’’

Molti espatriati rumeni tornarono a protestare contro in governo, stanchi di stare fuori dal loro paese perché in Romania la corruzione tocca livelli esagerati.

Decide di migliaia di manifestanti, hanno chiesto le dimissioni del leader del PSD Liviu Dragnea

Tra 30.000 e 50.000 persone, compresi molti espatriati, hanno partecipato ieri sera in Piazza Victoriei decisi di tirare fuori tutta la rabbia accumulata in questi mesi. 

Gura- Humorului, un posto che ti lascia a bocca aperta

“Stiamo protestando contro gli abusi, contro la corruzione, contro i criminali, i politici corrotti che sono ancora al potere. Vogliamo un paese normale, vogliamo dire al mondo che il romeno ce l’ha con gli incompetenti “, ha dichiarato un manifestante arrivato in Piazza Victoriei ieri sera.

Un’altra ragazza,  arrabbiata dichiara: “Il motivo principale per cui siamo qui oggi è perché vogliamo tornare in questo paese un giorno. Vogliamo che i politici sappiano che vogliamo che facciano qualcosa per poter tornare ”

Migliaia di persone, ieri sera a Bucharest hanno urlato F..K PSD, V….O Dragnea

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.