Ryanair, di nuovo al centro dell’attenzione con scioperi a settembre

Dopo le nuove regole e le lamentele dei viaggiatori, Ryanair continua a creare confusione attorno a sé. Sono previsti scioperi per la prossima settimana.

Dopo l’introduzione delle nuove regole sull’imbarco e le lamentele dei viaggiatori, Ryanair continua a creare confusione attorno a sé. Sono previsti scioperi per la prossima settimana.

Viaggiatori confusi

Vi abbiamo tenuti aggiornati in questi giorni su questo tema che continua a generare confusione. Tra i viaggiatori, in particolare per chi ha acquistato di recente dei biglietti aerei con la compagnia low-cost, l’incertezza cresce a dismisura. Dopo le nuove regole introdotte sul secondo bagaglio a mano, le lamentele dei consumatori e il ripensamento sulla questione, Ryanair sembra quasi un’adolescente che affronta i dubbi amletici della vita. Prima si fa una cosa, poi se ne fa un’altra. Si annuncia una cosa, poi si cambia idea. In tutto ciò, chi ne risulta più confuso sono, giustamente, i viaggiatori. Ryanair starà rischiando serio? Cosa ne penseranno i clienti più affidati?

Intanto, come se non bastasse già tutto ciò, i sindacati di ben cinque paesi europei, Belgio, Italia, Portogallo, Spagna e Paesi Bassi hanno proclamato lo sciopero del personale Ryanair. Questo è previsto, fino a nuovo avviso, per venerdì 28 settembre. La cosa comporterà, di conseguenza, l’assenza dei voli programmati per quel giorno. In tutti i Paesi saranno gli assistenti di volo a scioperare, mentre in Italia anche i piloti.

Disagi con Ryanair

Erano intervenuti già il Codacons e l’Enac per chiedere di fare chiarezza alla compagnia riguardo le nuove regole che entreranno in vigore a Novembre. Come già sappiamo, infatti, Ryanair aveva ceduto, a tutti coloro che hanno prenotato il volo prima del 31 agosto, l’imbarco gratuito delle valigie. A sconvolgere ulteriormente gli assetti della compagnia sarà lo sciopero indetto per il 28 settembre. Non è il primo e, da quello che deduciamo, non sarà neanche l’ultimo. Fa, infatti, parte di una lunga serie di manifestazioni avute iniziato nel periodo estivo, precisamente tra luglio e agosto. Fulmini e saette sulla Ryanair, perchè proprio in estate tantissimi viaggiatori, rientranti dalle vacanze o ancora in patria intenzionati a partire, sono rimasti delusi dal servizio offerto, o meglio non offerto. Succederà lo stesso a settembre?

Ryanair, di nuovo al centro dell'attenzione con scioperi a settembre

Il disagio, però, non colpisce solamente i clienti. A cadere sugli sgambetti della Ryanair sono, in particolare, i suoi dipendenti. Il modello low cost basato essenzialmente su un costo del lavoro infinitamente più basso della concorrenza, ha scatenato le voci dei sindacati.

I sindacati contro Ryanair

La comunicazione ufficiale è arrivata qualche giorno fa, proprio dopo la riunione dei sindacati Filt Cgil e Uiltrasporti. La motivazione è, appunto, riconducibile alle condizioni precarie dei dipendenti della compagnia irlandese.

”Contestualmente alla proclamazione dello sciopero europeo continueremo a denunciare alla Commissione europea e ai governi dei rispettivi Paesi l’approccio della compagnia irlandese verso i propri lavoratori. Ryanair sta procurando gravi disagi a tutto il personale europeo, impedendo la libertà sindacale ai propri dipendenti, non riconoscendo i diritti salariali, previdenziali e assistenziali ai lavoratori e utilizzando anche personale navigante reclutato da agenzie estere di somministrazione, determinando un dumping salariale ed una giungla di regole non ammissibili per l’Ue”

Tra l’11 e il 13 settembre, inoltre, i piloti della Ryanair saranno tenuti a indicare la loro preferenza tramite referendum per decidere in merito alla validità o meno del contratto collettivo firmato qualche giorno fa.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.