Ryanair: scioperi a fine agosto e inizio settembre, quando e perché?

-
11/08/2019

Sono state annunciate le date in cui i dipendenti di Ryanair sciopereranno. La compagnia aerea è in crisi e di recente ha annunciato ben 1.500 esuberi.

Ryanair: scioperi a fine agosto e inizio settembre, quando e perché?

Di recente, Micheal O’Leary, amministratore delegato di Raynair, aveva annunciato ben 1.500 esuberi. Circa 900 posti di lavoro sono a rischio: ciò significa che 500 piloti e 400 membri del personale sono in eccesso. La compagnia aerea irlandese è in crisi a causa del bando delle autorità ai velivoli Boeing 737 Max, ritenuti pericolosi in seguito a due disastri aerei accaduti in Africa e Asia, ma anche a causa dei danni conseguenti alla Brexit.

Scioperi Ryanair

A fine agosto si concluderanno i negoziati con i sindacati dei lavoratori e gli scali aeroportuali. Le lettere di licenziamento effettive arriveranno in tre periodi diversi. Le prime saranno rilasciate a settembre, poi ad ottobre e, infine, a dicembre. A fine agosto, però, inizierà già la prima ondata di scioperi, che continuerà poi a inizio settembre, per un totale di 5 giorni di protesta. Le date conosciute al momento riguardano soltanto gli scioperi dei dipendenti del Regno Unito:

  • sciopero di agosto: durerà 48 ore nei giorni dal 22 al 23 agosto;
  • sciopero di settembre: durerà 60 ore nei giorni dal 2 al 4 settembre.

Lo sciopero è stato fissato dal sindacato autonomo di categoria Balpa (British Airline Pilots Association). Sono previsti numerosi disagi per i passeggeri dei voli della compagnia low-cost che collegano il Regno Unito con vari Paesi europei, inclusi diversi scali italiani.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Ti potrebbe interessare anche: Ryanair, taglio al personale: sono a rischio circa 900 posti di lavoro