Salvini concede la cittadinanza a Ramy, ragazzino-eroe

Il ministro e vicepremier Matteo Salvini ha concesso definitivamente la cittadinanza al ragazzino eroe Ramy che è riuscito a sventare una tragedia.

Di pochi giorni è la notizia della concessione della cittadinanza italiana a Ramy Shehata, ragazzino eroe che è riuscito assieme ad un altro suo compagno di classe ad evitar una strage che ora tutti staremmo ancora piangendo. Finalmente riceverà anche lui la tanto richiesta e desiderata cittadinanza italiana assieme al suo compagno di disavventura. Il ragazzino non potrebbe essere più felice; infatti, sin dalla notizia della strage evitata, il ragazzino spera di ricevere questo come premio. Diventa, così, cittadino italiano per meriti speciali senza aspettare il compimento del 18° anno di età. Il piccolo ha solo parole di ringraziamento per Matteo Salvini e Luigi di Maio.

Ramy ha finalmente il suo premio

Non ancora c’è stato, però, l’atto formale, ma poco importa dato che Matteo Salvini ha dato il via. Come già abbiamo annunciato prima su, anche l’altro ragazzino con cui ha collaborato il piccolo Ramy riceverà la cittadinanza, stiamo parlando Adam El Hamami, che ha dato l’allarme sul bus. Ricordiamo che entrambi sono figli di immigrati, ramy è figlio di egiziani, mentre Adam è figlio di marocchini.

La notizia sarebbe stata in diretta al Maurizio Costanzo Show in cui era ospite appunto Matteo Salvini, il quale, dopo essersi congratulato con Mahmood per la vittoria allo scorso Festival di Sanremo, ha avuto modo di rispondere ad una domanda proprio su questa questione. Ha dichiarato che Ramy riceverà ovviamente la cittadinanza italiana, continuando nel dire che addirittura lo vede come un suo possibile figlio, e come ha notato che questo ragazzino abbia davvero capito i valori di questo paese, nonostante il passato non troppo felice del padre di Ramy stesso. Infatti, il genitore ha diversi precedenti di polizia e accuse come: un reato di permanenza irregolare in Italia, una denuncia per rapina nel ’99 e il fatto di aver falsamente attestato di essere un pubblico ufficiale. Diciamo, però, che non ha alcuna condanna penale. Ovviamente, c’è da precisare che la cittadinanza italiana sarà concessa soltanto al minore e non all’intera famiglia. Il padre del piccolo si ritiene molto contento di questo.

Altri protagonisti

L’ufficialità della conferma arriverà soltanto durante l’incontro al Viminale tra il ministro, 12 carabinieri e 5 ragazzini del bus: quindi non solo Ramy e Adam, m anche Aurora, rimasta calma nonostante fosse in ostaggio, Fabio, che ha cercato di calmare il terrorista e Nicolo’, offertosi come ostaggio al posto della compagna. Altro che ragazzini! Diciamo però che la decisione di concedere la cittadinanza italiana non sia nata come cosa naturale da Matteo Salvini: a convincerlo sono stati i 5 stelle, in particolare il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e Luigi di Maio.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.