Serie A: i nodi ( i limiti delle rose) vengono al pettine.

-
01/04/2018

Dopo le partite di ieri qualcosa è abbastanza chiaro: i limiti delle rose dei giocatori stanno facendosi sentire sui risultati.

Serie A: i nodi ( i limiti delle rose) vengono al pettine.

Passano facilmente Inter, 3-0 e Lazio, 6-2 , contro penultima e ultima in classifica, tutto come da previsioni.

Anche la vittoria, molto sofferta, della Juve sul Milan,3-1, in linea con i pronostici, è ha evidenziato la stratosferica superiorità della rosa dei bianconeri.

La Roma non ha un’alternativa al suo centravanti e per pareggiare, 1-1,  ha dovuto inserirlo e quindi non ha potuto farlo riposare in vista della partita col Barcellona.

Meglio comunque del Milan che il centravanti non ce l’ha proprio, a meno che non si voglia chiamare centravanti Kalinic che meglio sarebbe iscrivere alla lista dei GTI, giocatori totalmente inutili.

La brutta notizia per i rossoneri è anche che Donnarumma ogni partita che gioca perde percentuali di valutazione e quindi non sarà facile fare cassa al termine del campionato.

La nota veramente dolente riguarda il Napoli che acciuffa il pareggio, 1-1, a fatica e qui davvero la pochezza della rosa mostra tutti i suoi limiti.

Davide può abbattere Golia in una partita secca, non in una serie interminabile di logoranti scaramucce.

Facciamo le previsioni per l’Europa: passerà la Lazio, a casa la Roma e incerta la Juve.