Sondaggi politici elettorali Ixè: flat tax odiata dal M5S, piace alla Lega, motivo di dissesto?

-
15/05/2018

La proposta fiscale che divide M5S – Lega.

Sondaggi politici elettorali Ixè: flat tax odiata dal M5S, piace alla Lega, motivo di dissesto?

Dagli ultimi sondaggi politici elettorali, emerge quanto siano cruciali questi momenti di trattazione tra la Lega e il M5S, tante ancora sono le necessità da preservare e preferire. Legato al reddito di cittadinanza spunta la flat tax. Potrebbe diventare il cavillo del dissenso, in quanto è un punto tanto discusso dalla Lega in sede di campagna, ma odiato dai pentastellati.

Sondaggi politici elettorali: flat tax  il nodo cruciale

Robert Weber, sostiene che un’aliquota fiscale ridotta e simile senza distinzione per fasce di reddito, rappresenta il punto cruciale del programma del Carroccio. Tuttavia non è gradita dall’elettorato, risulta equa solo a 4 italiani su una proporzione di 10. Il riscontro maggiore per la parte non favorevole dell’elettorato è rappresentata da circa il 45%.

Questa proposta fiscale, non è sostenuta da buona parte degli elettori di centrosinistra, cioè in proporzione di 6 su 10 elettori del Pd.  Toccando il 77% per gli elettori di Liberi e Uguali. Il dato che emerge è che fa pensare riguarda l’elettorato del M5S dove risulta essere odiatissima al 54%, Anche tra l’elettorato di Berlusconi, pur rappresentando il Cavaliere molto simpatizzante della aliquota unica i consensi registrati come maggioranza assoluta oscillano intorno al 45% favorevoli. Si tratta di circa 20 punti inferiori rispetto ai sostenitori della Lega e Fratelli d’Italia.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Questo è quanto si evince dagli ultimi sondaggi posti in essere dalla Ixè presentati dal “Huffington Post”.

Sondaggi politici Ixè: la flax tax acquista consenso per fasce di reddito

L’aliquota unica piace molto alle fasce d’italiani maggiormente agiati, anche se si registra un consenso dai sostenitori che affrontano situazioni economiche più sofferenti in una percentuale del 47% favorevoli all’ingresso di questa proposta fiscale. Si tratta di più di 2 punti registrati in aumento rispetto agli italiani agiati.  Il totale dissenso si registra nell’elettorato che rientra nelle fasce economiche ritenute accettabili portandosi al 48% dei contrari. Sperando che lo stallo politico si sblocchi e la fax tax non incida ulteriormente sulle sorti della Terza Repubblica.