Sondaggi politici elettorali: urne subito Lega/FI/FdI al 50%; ipotesi accordo M5S-Pd?

-
21/08/2019

Quali sono le prospettive dell’Italia se si dovesse andare al voto subito in autunno? E che percentuali ci sono di elezioni anticipata nel 2019?

Sondaggi politici elettorali: urne subito Lega/FI/FdI al  50%; ipotesi accordo M5S-Pd?

Ormai, dopo il discorso di ieri di Giuseppe Conte al Senato con relative dimissioni, l’Italia è frutto delle previsioni di Goldman Sachs secondo cui l’ipotesi più probabile appare quello di elezioni anticipate subito in autunno. L’apertura della segreteria del PD al M5S non basta a scongiurare le elezioni e per convincere la nota banca di affari statunitensi che non andremo a votare in autunno.

Gli esponenti di Goldman Sachs fanno notare che “Alcuni parlamentari del Pd e parlamentari di altri partiti di sinistra hanno affermato di voler sostenere un governo di coalizione 5SM-PD solo se questa coalizione condividesse un programma economico e politico comune e completo. Tuttavia, i parlamentari vicini all’ex primo ministro Renzi sembrano preferire un governo di breve durata che redigerebbe e voterebbe una legge di bilancio per il 2020, impedendo l’aumento dell’Iva e condurrebbe il paese alle elezioni generali nel 2020. Inoltre, alcuni parlamentari dell’M5s sono contrari a formare un governo con il Pd, in particolare con i parlamentari del Pd che sono vicini all’ex primo ministro Matteo Renzi”.

Anche Salvini effettua i suoi sondaggi al riguardo e afferma che c’è solo un 10% di possibilità di poter andare al voto in autunno poichè “Il grande inciucio tra Renzi e Grillo era programmato da tempo”.


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Sondaggi politici post crisi di governo

Dopo la crisi di governo è stato un rincorrersi di sondaggi politici in caso di elezioni anticipate, ma i principali istituti di sondaggi sono ancora in pausa estiva. Solo YouTrend in questi giorni ha lanciato previsioni in tempo reale.

Dopo le dimissioni di Conte e con le consultazioni di Mattarella che stanno per iniziare (si chiuderanno domani alle 17 con l’incontro della Lega e M5S) i dati provvisori ci dicono che con un ritorno immediato alle urne Salvini potrebbe contare su un 35% dei consensi e unendosi a Forza Italia e Fratelli d’Italia raggiungerebbe abbondantemente il 50%.

Ovviamente si tratta di sondaggi ipotetici poichè in un giorno non è possibile fare rilevazioni importanti e statisticamente reali. Senza contare che con le dimissioni di Conte e con il suo discorso i consensi di Salvini potrebbero irrimediabilmente essersi abbassati visto il rischio cui ha esposto l’Italia.