Sondaggi politici Ipsos: l’effetto della crisi sui partiti, M5S sale, Lega scende

-
31/08/2019

L’effetto conto, come si evince dagli ultimi sondaggi politici, ha risultati diversi su Lega e Movimento 5 Stelle: chi guadagna e chi perde.

Sondaggi politici Ipsos: l’effetto della crisi sui partiti, M5S sale, Lega scende

Dall’ultimo sondaggio politico realizzato da Nando Pagnoncelli di Ipsos sugli effetti della crisi per i principali partiti politici, emerge che i due ex alleati, Movimento 5 Stelle e Lega stanno reagendo diversamente al momento delicato che la politica italiana sta vivendo. La Lega ha risentito negativamente  all’effetto Conte mentre i grillini riconquistano consensi, vediamo nello specifico.

Sondaggi politici elettorali Ipsos

Il sondaggio politico di Ipsos, realizzato tra il 26 ed il 29 agosto, e quindi in piena crisi di governo, è stato pubblicato nella giornata di oggi dal Corriere della Sera e rivela che l’effetto conto è diverso per i diversi partiti politici.

La Lefa, infatti, è in calo di 4 punti percentuali rispetto a luglio e si attesta al 31,8%, sicuramente sempre sopra il 30 per cento ma in netto calo rispetto a un mese fa. Anche Matteo Salvini ha perso ben 15 punti percentuali, mentre prima erano moltissimi gli italiani che riponevano nel leader del Carroccio la propria fiducia, l’aver posto il Paese di fronte ad una crisi così difficile lo ha reso, agli occhi degli italiani, poco affidabile.

Per il Movimento 5 Stelle, invece, l’effetto Conte è positivo e porta i grillini a guadagnare ben 7 punti percentuali rispetto a un mese fa e a tornare sopra il 20 per cento attestandosi al 24,2% (dal 17,4% cui era sceso prima della crisi di governo). Il M5S, probabilmente, sta godendo del fatto che ha recuperato la propria autonomia decisionale dopo essersi sganciato dalla Lega e da Matteo Salvini.

In crescita anche il PD che arriva a quota 22,3& (a luglio era fermo al 21,6%): i dem, quindi, tornano ad avere un consenso simile a quello guadagnato nelle ultime elezioni europee.

Nel centrodestra, invece, Fratelli D’Italia sale a 7,8% superando Forza Italia che scende al 6%. La mossa vincente per Giorgia Meloni e il suo partito è quella di essere sempre rimasta fedele alla posizione iniziale, cioè quella di andare al voto subito.


Leggi anche: Esonero contributivo Inps 2021 per partite Iva: cos’è, come funziona e come fare domanda