Terremoto in Sicilia, l’Etna continua a seminare panico e preoccupazione

Ancora una volta è stata registrata una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 nei pressi dell’Etna. Il sisma è avvenuto nella zona: 4 km NW Nicolosi (CT), ieri 7 gennaio 2019 alle 02:31 ad una profondità di 2 km.

Scosse di terremoto localizzato da INGV

Due scosse di terremoto sono state registrate sull’Etna dall’INGV poco prima delle ore 7 di questa mattina 8 gennaio 2019: la prima scossa registrata di magnitudo 2.4 e la seconda scossa di magnitudo 2.2. Le due scosse di terremoto hanno avuto lo stesso ipocentro: tra i 3 e i 4 chilometri a nord-ovest di Milo, a una profondità di 6 chilometri. Si informa la popolazione che le scosse registrate non hanno prodotto danni a cose o persone.

Alfio Vincenzo Russo, il sindaco di Zafferana Etnea, ha deciso di firmato circa 100 ordinanze di sgombero delle abitazioni. Gli immobili presentano inagibilità, totale o parziale. Si tratta di tantissimi sfollati, si parla di circa 501 sfollati. Attualmente tutte quelle persone che hanno perso la propria abitazione si trovano al sicuro in strutture alberghiere, che grazie alla convenzione stipulata con la Regione Siciliana ha reso possibile il loro soggiorno.

Ecco l’elenco delle zone colpite dal terremoto il 8 gennaio 2019

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è stata registrata a Milo (CT) alle ore 06:42 a 6 km di profondità

Un’altra scossa sempre a Milo di magnitudo 2.4 è stata registrata alle ore 06:15 a 6 km di profondità

Una scossa di terremoto è stata registrata al Confine Italia-Slovenia alle 05:03 a 3 km di profondità

Siamo in attesa di nuovi aggiornamenti dal Centro Nazionale Terremoti ( INVG), intanto abbiamo la grande speranza che la terra si fermi a tremare e smetta di seminare panico e paura tra la popolazione.

Leggi anche: Nuova scossa di terremoto in Italia: ecco cosa sta succedendo

Leggi anche: Terremoto: paura e panico, nuova scossa nell’Aquilano

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.