Test Invalsi 2018: la gaffe del Miur che si scusa per il refuso

I Test Invalsi 2018 per la quinta elementare si sono tenuti tra il 9 e l’11 maggio, i bambini si sono ritrovati d’avanti domande particolari e anche sbagliate.

Test invalsi 2018: l’errore

L’errore lo si può ritrovare nel test Invalsi di quinta elementare D17, una domanda di matematica, si legge “Cleopatra e Antonio vengono sconfitti da Ottaviano nella battaglia di Anzio”, ma purtroppo la battaglia si è tenuta a Azio e non ad Anzio, località del litorale laziale, nota per lo sbarco degli alleati nel ’44.

Test Invalsi 2018 Anzio

Non è mancata l’ironia sul web, facendo diverse battute inerenti a questo evidente errore.

Un’altra questione messa in evidenza dagli stessi insegnanti è il quesito Q10, inserito nella parte che serve a capire il profilo sociale del campione al riguardo il loro futuro nel campo lavorativo. Gli studenti devono indicare una tra queste possibili risposte:

  • Raggiungerò il titolo di studio che voglio;
  • Avrò sempre abbastanza soldi per vivere;
  • Nella vita riuscirò a fare ciò che desidero;
  • Riuscirò a comprare le cose che voglio;
  • Troverò un buon lavoro

Anche la foto di questo quesito ha fatto il giro del web e gli stessi insegnati hanno chiesto: “Ci spiegate il senso di queste domande?”

Test invalsi 2018: le scuse del Miur

Il Ministero dell’Istruzione ha riconosciuto l’errore e ha cercato di giustificarsi e di scusarsi.

L’Invalsi comunica: “Con riferimento alla domanda relativa alla linea del tempo riferita al regno di Cleopatra, presente nella prova di Matematica della classe V della scuola primaria, l’INVALSI si scusa per il refuso (Anzio anziché Azio) che, come ben si evince dalla domanda riportata, non incide in alcun modo sulla possibilità di rispondere correttamente, non essendo oggetto del quesito”.

Le prove invalsi sono sempre al centro delle polemiche, o per un motivo o per un altro. Anche l’anno scorso durante la maturità, Il Ministero fece un grave errore, sul sito comparve la parola “traccie” al posto di tracce.

Leggi anche: Prove Invalsi: non si può frenare la voglia di sognare di un bambino di 10 anni

Test Invalsi 2018: la gaffe del Miur che si scusa per il refuso ultima modifica: 2018-05-16T08:23:54+00:00 da Maria Di Palo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.