Toyota: problemi ad airbag, richiamate 1,6 milioni di auto

-
03/11/2018

Toyota: Tantissime auto richiamate, ecco per quale motivo

Toyota: problemi ad airbag, richiamate 1,6 milioni di auto

Brutte notizie per tutti quelli che hanno acquistato un’auto con il marchio Toyota, sono state richiamate ben 1,6 milioni di auto, sembra che ci sia un serio problema all’airbag.

Toyota, richiamate auto per problemi ad airbag

Circa 1,6 milioni di auto, firmate Toyota verranno richiamate a causa di airbag con problemi.

Praticamente per la grande azienda Toyota sarebbe il terzo inconveniente nel giro di poche settimane.

Il problema, non sorge solo per le auto in Giappone, anche in Europa le auto interessati sono circa 946 mila e riguardano in particolar modo i modelli Avensis e Corolla.

Nel mese di ottobre scorso l’azienda Toyota aveva annunciato di aver riscontrato alcuni difetti alla auto con motore ibrido, ordinando il richiamo di 2.4 milioni di auto.

Toyota: richiamo autoInizialmente, cioè qualche mese passato, i problemi per quanto riguardano le auto Toyota avevano riscontrato problemi di cortocircuiti sempre nei modelli con motori a basse emissioni, tra cui la Prius. Subito dopo, era partito un controllo a scopo precauzionale.

Contemporaneamente alla notizia lancia da Toyota, sembra che anche la casa auto Subaru ha qualche sorpresa spiacevole, l’azienda richiamo più di 410 mila auto per seri problemi al motore che potrebbero causare danni seri all’auto.

Il richiamo delle auto è stato comunicato al ministero dei Trasporti giapponese e a quanto pare riguarda circa 101 mila vetture fabbricate sul mercato domestico tra il mese di gennaio del 2012 e il mese di settembre 2013. Una strana anomalia anche per quanto riguarda 310 mila unità che, sembra siano state assemblate all’estero, ma non risulta nessuna specifica della serie e provenienza.

Già nel giorno 23 ottobre, l’azienda Subaru aveva diminuito le stime a 49 miliardi di yen, in poche parole, si tratta di ben 380 milioni di euro, soldi che dovevano essere usati per controlli sulla qualità delle vetture.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari