Trovata morta nel letto una ragazza di 14 anni: quali le cause del decesso?

Muore una bambina di 14 anni, probabilmente colpita da infarto.

Una ragazza di soli 14 anni è stata trovata morta al letto, probabilmente colpita da un forte malore.

Un caso strano di decesso stavolta, colpisce Sara Gatti, una bambina praticamente, a soli 14 anni, non è riuscita a salvarsi neanche con l’aiuto della madre che era infermiera.

Bambina trovata nella sua cameretta, in fin di vita

Inutili i soccorsi per la bambina, e il trasporto d’urgenza in elicottero all’ospedale. La mamma, infermiere, in attesa dei soccorsi cerca di aiutare la figlia, cercando più volte a rianimarla.

Mercoledi mattina, la mamma di Sara Gatti, bambina residente a Rodengo Saiano, in provincia di Brescia, cerca di svegliare la figlia per andare a scuola, ma scopre una tragedia. La piccola Sara probabilmente è stata vittima di un arresto cardiaco. Ultimamente, in Italia è sempre in aumento il numero di decessi per causa dell’arresto cardiaco.

Ancora da stabilire dall’autopsia le vere e proprie cause della morte di Sara Gatti, che sconvolge un intera comunità.

Frequentava l’ultimo anno delle scuole medie, Sara Gatti, quando, probabilmente è stata colpita da un attacco cardiaco all’ improvviso. Purtroppo, solo in Italia un bambino su 100 viene colpito da infarto.

Sarà l’esito dell’autopsia in queste ore, a chiarire se Sara, mercoledi mattina è stata trovata in fin di vita, ha sofferto un attacco cardiaco. Ancora non si conoscono le cause che ha colpito la piccola 14 enne, nonostante le due ore di disperati tentativi per rianimare la bambina, il cuore non è più ricominciato a battere.

Un’ intera comunità piange per la piccola Sara, definita da tutti, una bambina esempio per tanti altri, molto solare e rispettosa nei confronti di tutti.

I genitori di Sara Gatti, rimangono in attesa che l’autopsia sul corpo della piccola, confermi, che si tratta di un attacco cardiaco improvviso.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.