Udito in pericolo, allarme “epidemia silenziosa”

-
04/03/2018

Sempre più casi in Italia di bambini che nascono con problemi di udito, molti i fattori…

Udito in pericolo, allarme “epidemia silenziosa”

Udito in pericolo, ogni anno in Italia, tanti bambini con gravi problemi dell’udito, nascono circa duemila bambini sordi ogni anno.

Tanti i fattori scatenanti, si chiede maggiore attenzione dei genitori, la familiarità per ipoacusie permanenti nell’infanzia, traumi cranici, infezioni post-natali e otiti ricorrenti o persistenti.

Il dottor Carlo Martinelli ha affermato che “è necessario essere consapevoli che ci troviamo davanti ad una vera e propria epidemia mondiale silenziosa, con 466 milioni di persone convivono con una perdita uditiva invalidante. Obiettivo dell’indagine lanciata da Cochlear in occasione di questa importante Giornata mondiale, è soprattutto la sensibilizzazione delle persone affette da problemi di udito riguardo ai vantaggi di un’identificazione e una risoluzione precoci di questi disturbi“.

Il problema è fortemente in crescita, molti i dispositivi da Amazon echo o Google Home, e tanti elettrodomestici incorporano assistenti virtuali per comprendere quanta popolazione è affetta dalla perdita dell’udito.

Il più delle volte si ha paura di chiedere aiuto, dall’indagine effettuata da studiosi, la maggior parte delle persone ha timore nei confronti di questa categoria. L’83% degli intervistati non è informata di questa patologia, Per poter prevenire questa malattia il primo passo è la conoscenza e l’informazione, per sé stessi e per una persona cara.

Influenza: il freddo Burian, ha portato molti virus, molti italiani influenzati