Vendita di SIM card anonime e illegali: la denuncia di Striscia la Notizia

Le Sim illegali vengono vendute a pochi euro ma sono intestate a persone inconsapevoli ed utilizzate, poi, per pratiche illegali.

Nella puntata di Striscia la Notizia del 13 maggio è andato in onda un servizio di Luca Abete che si è occupato della vendita illegale delle SIM card anonime.

Con la polizia municipale a pochi passi, davanti alla stazione centrale di Napoli oscuri figuri vendono SIM card illegali.
Le schede telefoniche ricaricabili vengono vendute a prezzi che variano dai 5 euro ai 10 euro, si tratta di Sim per le quali non occorre rilasciare documenti e sono completamente anonime. Il venditore dimostra che le Sim funzionano facendo una chiamata con una di esse  e ammette che a comprarle sono soprattutto italiani.

Sim illegali lo scopo

Ma per cosa vengono utilizzate queste schede SIM illegali?  A spiegarlo è il Capitano Luca Mariano, Comandante Compagnia Carabinieri di Napoli Centro. Il carabiniere spiega che quando si attiva una Sim card viene richiesto un documento perchè deve essere intestata a chi la utilizza realmente. Chi commette illeciti, chi spaccia, chi commette estorsioni non utilizza Sim intestate per non rendere possibile l’essere rintracciato, ma utilizza SIM intestate ad altri e i reali intestatari sono del tutto ignari di quello che accade.

Le Sim illegali, quindi, sono intestate a persone inconsapevoli. Ci sono quindi persone che non sanno di avere schede SIM intestate che vengono poi vendute al mercato nero delle SIM e utilizzate per pratiche illegali.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.