Venezia: tornelli contro l’invasione dei turisti

-
29/04/2018

I tornelli a Venezia ecco perchè

Venezia: tornelli contro l’invasione dei turisti

A Venezia sono stati istallati tornelli per incanalare i turisti in percorsi alternativi per raggiungere il centro storico nei giorni di maggiore affluenza. Sono stati aperti i primi due tornelli sabato 28 Aprile per testarli in occasione del ponte del 1° Maggio.

IL sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro il 2 Aprile ha firmato l’ordinanza per tutelare la città storica, inserendo i tornelli per gestire sia il traffico pedonale e sia quello acqueo. La chiusura dei tornelli avviene solo nel momento in cui la massa di turisti sarà enorme, ma questo non è detto che non possono arrivare al centro storico, ma devono fare un itinerario più lungo in modo da impedire la calca nelle calli.

La posizione dei tornelli

Uno dei tornelli è posizionato al ponte della Libertà che verrà chiuso nel momento in cui i parcheggi del piazzale Roma e Tronchetto saranno pieni di auto e pullman. Un altro tornello è posizionato al Ponte di Calatrava per i pedoni che vogliono raggiungere Lista di Spagna passando per la stazione Santa Lucia. Per i lancioni ora c’è il divieto di sbarco in Riva degli Schiavoni ma devano sbarcare alle Fontane Nuove. La chiusura dei tornelli viene gestita dal comandante della Polizia municipale al momento di maxi-afflussi. Per i Veneziani o i pendolari per oltrepassare i tornelli invece hanno bisogno della Carta VeneziaUnica.

Una decisione che non ha convinti tutti

Nella prima giornata di sperimentazione di questo metodo per limitare l’affluenza nel centro storico di Venezia, non sono mancate le critiche. I turisti giunti a Venezia sono rimasti molto perplessi alla vista dei tornelli, chiedendo in che modo potessero tornare indietro nel momento in cui i fornelli fossero chiusi. I negozianti nelle vicinanze dei tornelli si sono lamentati della mancanza di passaggio dei turisti.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Perché questa decisione

Il sindaco di Venezia ha deciso di prendere questo provvedimento per salvaguardare la città dal turismo selvaggio. Inoltre dice “Sappiano tutti i turisti che, se vengono rispettando la città, sono i benvenuti. Al tempo stesso, però, abbiamo il compito di salvaguardare Venezia”. Il test fondamentale per i tornelli sarà il 1° Maggio.