Whatsapp e Momo Game: un gioco simile al Blue Whale che potrebbe aver portato al suicidio una dodicenne

Dopo il terrore che ha  seminato Momo tra gli utenti di Whatsapp ora spunta l’ipotesi del Momo Game, una specie di gioco di cui si parla sempre più spesso sui social e sui siti inglesi.

Il gioco sembra essere molto pericoloso e l’invito a tutti i ragazzi è quello di non farsi coinvolgere e suggestionare mentre si invitano le famiglie a controllare le attività sociale dei propri figli soprattutto se in età preadolescenziare.

Momo Game: di cosa si tratta

Come per la chat, anche il gioco ha nome Momo, l’aspetto è lo stesso, terrificante ma  le autorità avvertono che potrebbe essere molto più pericoloso di un gioco online.

Alcuni utenti hanno confidato che inviando un messaggio a Momo  si hanno risposte con immagini terrificanti, altri riportano di aver ricevuto minacce e di aver visto pubblicare le proprie informazioni personali.

Il fenomeno si sta espandendo a macchia d’olio dall’Argentina agli Stati Uniti passando anche per l’Europa.

MomoIl gioco di Momo da molti viene paragonato al Blue Whale, una sfida virale che nel mese di aprile 2017 incitava al suicidio chi partecipava. Anche la fama di Momo si sta diffondendo rapidamente e il suo principale mezzo di propagazione è Whatsapp.

Al momento le autorità argentine stanno indagando se il suicidio di una dodicenne di nome Selene, morta domenica scorsa, possa essere ricondotto al gioco anche se non ci sono ancora conferme o smentite. Secondo le indagini, però la ragazzina sarebbe stata incitata al suicidio dal gioco che prevedeva di filmarsi mentre lo faceva per diffondere, poi, il video sul web. La bimba si sarebbe impiccata ad un albero riprendendo il fole gesto.

Leggi anche: Whatsapp e Momo: truffa o catena di Sant’Antonio? In ogni caso meglio evitare, ecco come

Ender Game

12 anni di esplosiva vivacità. EnderGame è la piccola mascotte di NotizieOra, un ragazzino curioso, estroverso e socievole che da "grande" vuol diventare Youtuber e che intanto si diletta scrivendo qualche piccolo articolo sulla sua vita quotidiana. Scusiamo qualche piccolo errore e qualche ingenuità vista la giovanissima età.