Novità Buoni Fruttiferi, Pensioni, Bollo auto, Concorsi, Bonus busta paga e TV, Superticket abolito, RdC

Rassegna di oggi su: Speciale Buoni Fruttiferi, Pensioni, Bollo auto, Concorsi, Bonus busta paga e TV, Superticket abolito, furbetti del Reddito di Cittadinanza, le novità.

Rassegna di oggi 2 gennaio 2020 con tantissime novità, iniziamo con il calendario delle pensioni 2020; Buoni Fruttiferi Postali; Poste Italiane record di ricorsi; Traferimento soldi da Postpay al libretto postale; Bonus TV solo per alcuni decoder e televisori; Bollo auto e scontrino fiscale telematico: le novità del 2020; Speciale lavoro e concorsi; i furbetti del Reddito di cittadinanza; 500 euro in busta paga per effetto del cuneo fiscale; Super ticket abolito dal 1° settembre 2020.

Calendario pensioni 2020

Le date di pagamento delle pensioni per tutto il 2020 sono state ufficializzate dalla circolare INPS diffusa l’11 dicembre scorso. Per il 2020, come per il 2019, la data dei pagamenti delle pensioni è fissata al primo giorno di ogni mese, con l’eccezione del mese di gennaio e dei mesi che non hanno il primo giorno bancabile.

Leggi qui il calendario mese per mese: Pensioni 2020: calendario giorno pagamento mese per mese

Buoni Fruttiferi Postali

Moreno Morello di Striscia la Notizia ci racconta la storia di alcune persone che non riescono a riscuotere i buoni fruttiferi postali a causa di un errore di compilazione commesso da Poste Italiane. La trasmissione di Striscia la Notizia del 1° gennaio 2020 ha portato alla luce una situazione che da molto tempo viene discussa per vie legali. 

Leggi qui la notizia completa: Buoni Fruttiferi Postali bloccati e prescritti: attenzione da Striscia la Notizia

Poste Italiane e ricorso all’Arbitro bancario per Buoni Fruttiferi Postali

Nel 2018 sono stati presentateti circa 2.259 ricorsi all’Arbitro Bancario e Finanziario dai clienti di Poste Italiane, circa il 33 per cento in più nel 2018 rispetto al 2017, che vedeva ricorsi così suddivisi: 1.454 sono di competenza BancoPosta e circa 805 di competenza PostePay. I dati emergono dalla relazione della Sezione Controllo Enti della Corte dei Conti, che precisa un aumento per il 2018 del 33 per cento con 1601 ricorsi così definiti: 1012 di competenza BancoPosta e 589 di competenza PostePay. Circa il 35 per cento dei ricorsi BancoPosta ha avuto un esito a favore dei clienti, circa l’80 per cento sono riconducibili ai Buoni Fruttiferi Postali.

Leggi qui la notizia completa: Poste Italiane: 2.259 ricorsi ad Arbitro bancario per Buoni Fruttiferi Postali

Trasferimento soldi da Postepay al libretto postale

Le Poste offrono ai propri clienti svariati strumenti a pari dei circuiti bancari, tra cui la Postepay. Possiamo affermare tranquillamente che le Poste italiane da generazioni rappresentano il fulcro dei risparmi degli italiani, e non solo. La corrente dell’evoluzione che ha colpito i sistemi bancari, ha travolto anche le Poste, tanto che oggi, esse rappresentano ancora quella valida soluzione per poter mettere da parte dei solidi e tenerli al sicuro dalle possibili oscillazioni del mercato. Quello che andremo a verificare in questo articolo è l’eventualità di poter spostare del denaro dalla Postepay al libretto postale.

Leggi qui tutte le informazioni utili: Trasferire quattrini dalla Postepay sul libretto postale, sembra facile, ma lo è?

Bonus TV le domande e risposte del Ministero

Il Bonus TV entrato in vigore con il decreto del 18 ottobre 2019,consiste nel riconoscimento di 50 euro per l’acquisto di un decoder di ultima generazione. Se il prezzo del decoder è inferiore a 50 euro non si paga nulla. Il Ministero delle Sviluppo il 23 dicembre 2019 ha pubblicato le Faq aggiornate sul bonus: Bonus TV per decoder di nuova generazione, i chiarimenti del Ministero

Bonus TV: elenco decoder e TV

Il Bonus TV consiste nel riconoscimento di 50 euro per l’acquisto di un decoder di ultima generazione. Se il prezzo del decoder è inferiore a 50 euro non si paga nulla. Il bonus non è concesso per tutte le TV. Sono considerati tv e decoder che hanno la tecnologia DVB-T2 HEVC.

Leggi qui l’elenco: Bonus TV solo per alcuni decoder e televisori, elenco completo

Bollo auto: cosa cambia nel 2020

Per poter parlare della Riforma Bollo auto è necessario aspettare gli sviluppi dell’Unione Europea, che intervenendo in materia sull’imposta automobilistica, ha assicurato di rivoluzionare il pagamento del bollo, dirigendo il calcolo dell’imposta sulle emissioni, ed eventualmente sui km effettivamente percorsi dagli automobilisti. Tuttavia, dal 1° gennaio 2020, gli automobilisti potrebbero riscontrare degli aumenti durante il pagamento del bollo auto sul circuito elettronico.

Per approfondire la notizia, leggi qui: Riforma bollo auto, possibili aumenti dovuti al pagamento elettronico

Scontrino fiscale telematico

Lo scontrino fiscale si modernizza entrando a pieno titolo nel periodo rivoluzionario che avvolge il fisco telematico, che comprende anche l’inoltro all’Agenzia delle Entrate dei corrispettivi operati dagli esercenti delle attività commerciali. In sintesi, lo scontrino fiscale si trasforma in documento commerciale. Il che vuol dire che si concentrano le attività promosse dal Fisco, per combattere attivamente ogni forma di evasione fiscale, anche verso le piccole attività commerciali.

Trovi qui tutte le informazioni: Lo scontrino fiscale cambia in documento commerciale, il cliente riceve la prova dell’acquisto

Speciale lavoro e concorsi

Tutte le ultime novità sui concorsi in scadenza e le proposte lavorative a cui partecipare:

500 euro in più in busta paga

Con il nuovo anno appena entrato continuano i lavori per l’operazione che dovrebbe tagliare il cuneo fiscale ai lavoratori dipendenti, misura che dovrebbe vedere la luce con la busta paga di luglio 2020. I tecnici del ministero stanno lavorando per mettere a punto il decreto attuativo che regolamenterà la misura. Basti pensare che con la Legge di Bilancio 2020 sono stati destinati al taglio del cuneo fiscale 3 miliardi di euro per il 2020 e 5 miliardi di euro per l’anno prossimo.

Leggi qui la notizia completa: 500 euro in più in busta paga con il taglio del cuneo fiscale: ecco per chi

Super ticket abolito dal 1° settembre 2020

Entrerà in vigore a gennaio la legge che porta l’abolizione del Superticket da 10 euro. Dal 1° settembre 2020 i cittadini non dovranno più pagare il ticket sanitario, per eseguire delle visite specialistiche e diagnostiche. Dopo tanti tiri e molla, è stata approvata la cancellazione del ticket sanitario nella Legge di Bilancio 2020, precisamente la norma è presente nei commi 446 e 448, ma entra nella piena efficacia solo dal primo settembre dell’anno in corso.

Leggi qui le ultime novità: Sanità: approvata l’abolizione del Superticket di 10 euro

Reddito di cittadinanza

I furbetti del reddito di cittadinanza non solo si vedranno bloccare la card ma dovranno anche pagarsi gli avvocati che dovranno difenderli dall’accusa di truffa ai danni dello Stato. Si tratta di coloro che pur non avendo bisogno del sussidio statale hanno presentato false dichiarazioni pur di intascare quanto non dovuto.

Per approfondimenti: Furbetti del reddito di cittadinanza, proprietari di Porsche e alberghi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”