Novità Buoni Fruttiferi Postali e soldi, Servizio militare, Bonus facciata, Tassa sulla carne, Affitto e partita IVA

Rassegna di oggi lunedì 17 febbraio, su: Buoni fruttiferi postali; Investire i propri soldi in modo sicuro; Bonus facciata e quali sono le zone A -B e C; Servizio militare…

Eccoci con il consueto appuntamento giornaliero con la rassegna di affari, con tutte le novità di oggi lunedì 17 febbraio 2020, su: Buoni fruttiferi postali con ricorso e nuovi rendimenti; Investire i propri soldi in modo sicuro; Affitto quando è richiesta la partita IVA e come mettersi in regola; Bonus facciata e quali sono le zone A -B e C; Servizio militare quanto incide sulla pensione; Tassa sulla carne.  

Speciale su Buoni Fruttiferi postali e investimenti

Buoni postali fruttiferi: lotta per i propri diritti

Il caso in commento riguarda quattro buoni postali fruttiferi andati distrutti a seguito di un incendio. Poste Italiane ha negato al risparmiatore, un’anziana signora calabrese, la duplicazione ed il rimborso sostenendo:

  • l’avvenuto rimborso prima del 1999 (per 3 buoni della serie N);
  • l’intervenuta prescrizione per l’ultimo buono (serie AD).

A fronte di ciò, dopo anni di vani appelli agli uffici postali e di corrispondenza con Poste Italiane, la risparmiatrice si è rivolta nel 2019 allo studio legale dell’Avv. Pierluigi Basile il quale ha presentato nel suo interesse ricorso a maggio, accolto di recente dall’ABF con onere di Poste Italiane a provvedere al rilascio dei duplicati. In tal modo la ricorrente potrà finalmente incassare i buoni.

Leggi qui la notizia completa: Buoni postali fruttiferi distrutti e prescritti: ricorso accolto e buoni riscossi 

Rendimenti a lungo termine

I Buoni Fruttiferi Postali sono uno degli investimenti preferiti dagli italiani grazie al rischio azzerato che si corre sul capitale investito: in qualsiasi caso, infatti, i soldi investiti non si perdono anche se si decide di ritirare l’investimento prima della scadenza. In alcuni casi non vengono corrisposti gli interessi (nel caso non si raggiunga la soglia di tempo minima) ma il capitale viene sempre restituito interamente. 

Leggi qui la notizia completa: Buoni fruttiferi postali: rendimenti a lungo, medio e breve termine

Investire i propri soldi: le soluzioni

Quando si parla di investimenti sicuri bisogna fare attenzione a quello che si intende. Investire il proprio denaro in modo sicuro, per la maggior parte dei risparmiatori, significa non rischiare il capitale investito. Per alcuni, invece, investire in modo sicuro significa correre pochi rischi: ma correre pochi rischia significa, in ogni caso, che il capitale investito qualche rischio lo corre. Leggi qui la guida completa: Investire i propri soldi: quali sono i modi più sicuri per farli rendere?

Affitti quando occorre la partita IVA?

Affitti locazione multipla, attenti, se si supera la soglia dei 3 alloggi, scatta la categoria d’imprenditore. E, così affittare casa che già di per sé non è una cosa semplice, adesso oltre a mettere in conto le spese di manutenzione, una possibile morosità dell’affittuario, c’è anche la nuova proposta indetta dal Ministro dei Beni culturali e del Turismo. Conseguenza? Affitti più di 3 case, diventi imprenditore senza volerlo.

Leggi qui la notizia completa: Affitti: quando è necessario avere una partita IVA?

Bonus facciata le zone A – B – C

La legge di Bilancio 2020 da il via dal 1° gennaio 2020 al bonus facciata e riguarda le spese documentate effettuate pertinteggiatura o pulitura esterna, finalizzate al restauro della facciata su edifici esistenti. Per poter fruire del bonus facciata, gli edifici devono essere ubicati in zona A o B, definita zona omogenea, come si evince dal DM 2 aprile 1968 n. 1444. In effetti sono escluse le case ubicate in campagna e isolate. Analizziamo nello specifico quali sono le zone A e B e qual è la zona C esclusa. 

Leggi qui il dettaglio: Bonus facciata fino al 90% della spesa: zona A – B – C

Servizio militare e contributi per la pensione, quanto incide?

La pensione anticipata Quota 41 richiede un requisito di 41 anni di contributi di cui un anno versato prima del diciannovesimo anno di età, scopriamo quanto influisce il servizio militare e se può essere considerato nel requisito del lavoro precoce: Contributi servizio militare e lavoro precoce prima del 19° anno per il pensionamento

Tassa sulla carne, quanto c’è di vero?

Tassa sulla carne, un nuovo progetto predisposto dal Parlamento Europeo al fine di salvaguardare il clima e l’ambiente. Si tratta, dell’applicazione di un’imposta che dovrebbe entrare in vigore dal 2021 in forma graduale fino ad attestarsi all’aliquota del 25% nel 2030. Un disegno di legge che contiene una doppia finalità. Dal un lato, si cerca di abbattere il consumo delle carne, riducendo l’emissione di gas a effetto serra prodotti dagli allevamenti. Mentre, dall’altro produrre un ricavo di circa 32 miliari di euro annui.

Leggi qui la notizia completa: Tassa sulla carne: novità aliquota al 25% sulle carni, bovine, ovine e suine


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”