Novità lavoro: i profili di cui hanno bisogno le aziende fino al 2023

Quali sono i profili professionali più richiesti in ambito lavorativo almeno fino al 2023? Ce ne sono di tutti i tipi: dal medico all’insegnante fino alle nuove tecnologie.

Il mondo del lavoro è un mercato non statico, ma sempre in  continua evoluzione. E’ un mercato che cerca sempre la novità, e pertanto vuole dei profili lavorativi consoni alle sue richieste. Di conseguenza, per rispondere a queste esigenze lavorative, molti giovani puntano a profili diversi da quelli vecchi, puntano a corsi di studio sempre più innovativi. Certo, oggi è richiesto un determinati profilo lavorativo, domani questo non andrà più bene: non c’è certezza del futuro più lontano, ma è possibile capire di cosa hanno bisogno le aziende ad qui a qualche anno. Im merito a questo argomento,  il sistema informativo Excelsior-Unioncamere  ha pensato bene di fare un’analisi sul lavoro richiesto nel lasso di tempo che va dal 2019 al 2023. Vediamo cosa è emerso fuori.

Quali sono i profili richiesti dalle aziende fino al 2023?

In base a quello che emerge dallo studio condotto, sappiamo che la Digital transformation e l’ecosostenibilità sono gli ambiti leader del lavoro, almeno fino al 2023.

Per la precisione, la digital economy permetterà l’occupazione tra i 210mila e i 267mila professionisti con specifiche competenze matematiche, informatiche, digitali o 4.0.

In ambito digitale, i profili più richiesti, più ricercati dalle aziende sono: il Data scientist, il Big data analyst, il Cloud computing expert, il Cyber security expert, il Business intelligence analyst, il Social media marketing manager e l’Artificial intelligence systems engineer.

Passiamo poi al settore dell’ecosostenibilità. Questo è un grande ambito del mondo del lavoro dato che è connesso alla crescita dell’economia circolare e green jobs.

Parliamo di assunzioni che vanno dalle 480mila a le 600mila. Molto richiesti in questo campo sono:  l’Esperto in gestione dell’energia, il Chimico verde, l’Esperto di acquisti verdi, l’Esperto del marketing ambientale e l’Installatore di impianti a basso impatto ambientale.

Molto lavoro sarà prodotto anche dall’ambito della salute e benessere e dell’educazione e cultura, anche se nessuno ancora ci spera.

Questi ambiti di lavoro cercano i seguenti professionisti: Medici, Infermieri, Fisioterapisti, Tecnici di laboratorio biomedico, Docenti, Progettisti di corsi di formazione, Traduttori, Organizzatori di eventi culturali, Esperti in comunicazione e marketing dei beni culturali.

Insomma, anche le materie umanistiche contribuiscono e non poco alla formazione del lavoro.

Questi sono i dati di base, ma ricordiamo che sono dati orientativi: il tutto potrebbe prendere una piega diversa nella realtà delle cose.

Fatto sta che è comunque un buon inizio per partire e per permettere ai ragazzi che si affacciano all’università di renderli più consapevoli di quello che andranno a scegliere.

Leggi anche:

Offerte di lavoro per persone disabili: Centro per impiego Padova e Verona


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.