Novità nei test Euro NCAP 2020

Nelle scorse ore è arrivato l’aggiornamento per il 2020 per i crash test di Euro NCAP, ecco le principali novità

Ogni due anni, Euro NCAP modifica le regole e le procedure che regolano i test a cui sono sottoposti i nuovi modelli di marca. Un aggiornamento necessario che consente l’ adattamento ai protocolli di sicurezza e lo sviluppo di nuovi, man mano che le tecnologie avanzano. Nelle scorse ore è arrivato l’aggiornamento per il 2020. Una delle novità più importanti è che viene rimossa la barriera di sicurezza fissa. Ora, questa prova d’urto frontale viene eseguita contro una barriera deformabile in movimento progressivo, in modo che il veicolo e la barriera si spostino a una velocità di 50 chilometri all’ora simulando una collisione frontale.

Nelle scorse ore è arrivato l’aggiornamento per il 2020 per i crash test di Euro NCAP, ecco le principali novità

Il test di Euro NCAP valuterà il livello di protezione degli occupanti, il comportamento delle strutture anteriori dell’auto, l’assorbimento dell’energia generata e l’ eventuale interazione delle lesioni causate al guidatore e al passeggero.

Euro NCAP vuole che i produttori investano maggiormente nella sicurezza frontale, in modo che gli archi frontali assorbano molta energia e, quindi, aumentino la loro rigidità. Anche i protocolli di impatto laterale sono stati modificati. Un impatto che si verificherà a una velocità e una massa più elevate della barriera mobile. In questo modo, saranno valutati parametri che finora non sono stati eseguiti, come la deviazione del manichino che simula il conducente a verso il suo passeggero, il fenomeno “Far Side” .

Questo test di Euro NCAP valuterà l’airbag centrale, le lesioni causate al passeggero dallo spostamento del guidatore e lo spostamento di tutti i passeggeri, in particolare. La terza novità è rappresentata dal nuovo manichino che sarà sottoposto a test impegnativi. È stato battezzato Thor e, come sottolineano, è una riproduzione praticamente fedele alla figura umana, che offrirà una misurazione più accurata del danno subito.

I sistemi di assistenza alla guida (ADAS) non vengono risparmiati da queste novità. Euro NCAP valuterà il funzionamento della frenata di emergenza autonoma nel traffico trasversale quando si lascerà un parcheggio in retromarcia o alla rotonda, il funzionamento del rilevatore di fatica e dell’attenzione del conducente e la chiamata di emergenza eCall. Verranno inoltre studiate le condizioni del veicolo dopo un incidente.

Ti potrebbe interessare: La nuova Skoda Octavia ottiene cinque stelle nel test Euro NCAP


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp