Novità riforma pensioni 2019: quando il prepensionamento con quota 100

Con la nuova riforma pensioni quando è possibile il prepensionamento in base ad età e contributi? Scopriamolo rispondendo alle domande dei nostri lettori.

Molti sono i dubbi che ancora aleggiano sulla quota 100 in attesa del decreto che renderà la misura attuativa, che dovrebbe essere pubblicato nelle prime due settimane di gennaio. Cerchiamo quindi di chiarire quali cambiamenti apporterà la riforma pensioni sul prepensionamento dei lavoratori rispondendo alle domande dei lettori.

  1. Salve,disoccupato con naspi dal 30/07/2018 ,62 anni compiuti a ottobre 2018 quasi 40 anni di contributi versati. La domanda è: quando potrò andare in pensione,con quota 100 ammesso che venga confermata e sempre che l’attuale governo rimanga in carica? Vi ringrazio anticipatamente e buon lavoro !
  2. Ho 64 anni e 36 anni di contributi posso andare in pensione?
  3. Buongiorno sono un po’ frastornata e non capisco bene che fine dovrò fare. Sono dipendente statale, quest’anno sono 38 anni di contributi versati, età 56. Quando dovrò andare in pensione. 
    Grazie 

Prepensionamento con quota 100

  1. Potrà accedere alla pensione con la quota 100 non appena sarà disponibile il modello per presentare la domanda, alla prima finestra di accesso alla misura, che con ogni probabilità sarà ad aprile 2019.
  2. Per accedere alla quota 100 dovrà attendere di maturare i 38 anni di contributi versati. In alternativa potrebbe accedere al prepensionamento con l’Ape volontario che altro non è che un prestito erogato dalle banche che permette un anticipo sulla pensione fino a 3 anni e 7 mesi e che andrà restituito, poi, con microprelievi ventennali sulla pensione di vecchiaia.
  3. Purtroppo per accedere alla quota 100 serve un’età anagrafica di almeno 62 anni. Le mancano, quindi, 6 anni per accedere alla misura (che però resterà in vigore solo per 3 anni). Le alternative possono essere la pensione anticipata con 42 anni e 3 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi di contributi in caso di blocco dell’aumento dell’età pensionabile) o con la misura che il governo ha ipotizzato di attuare nel 2022 che prevede il pensionamento con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.