Novità riforma pensioni, aumento busta paga e assegno sociale, Cartella esattoriale, Redditi bassi, RdC, Cu 2020, le novità

Rassegna su: Riforma pensioni, aumento busta paga e assegno sociale, Cartella esattoriale, il Fisco controlla i redditi bassi, RdC e sequestro card, Cu 2020, tutte le novità

Rassegna di oggi 13 febbraio 2020, su: aumento busta paga; controlli del Fisco sui redditi bassi; aumento assegno sociale; Reddito di cittadinanza e sequestro card; Riforma pensioni con tre opzioni; Cartella esattoriale quando è nulla; vendita immobiliare a cosa stare attenti; tutte le novità della giornata. 

Busta paga più alta di 100 euro

La busta paga da luglio cambierà e per alcuni lavoratori ci saranno aumenti mensili fino a 100 euro grazie alla rimodulazione del Bonus Renzi. Il taglio del cuneo fiscale, infatti, avrà effetti diversi sulle diverse fasce di reddito dei lavoratori. Anche se la platea del bonus Renzi si amplia, infatti, non tutti i lavoratori ne beneficieranno alla stesso modo e alcuni, da luglio avranno un beneficio più alto rispetto ad altri.

Leggi qui la notizia completa: Busta paga più alta: a beneficiare dei 100 euro non saranno i redditi più bassi

Reddito di cittadinanza: ecco a cosa stare attenti

Una recente sentenza della Corte di Cassazione, la numero 5290 del 10 febbraio 2020, ha stabilito che, ancora prima dell’eventuale procedimento penale, la card del reddito di cittadinanza può essere sequestrata preventivamente. Vediamo chi rischia eventualmente il sequestro: Reddito di cittadinanza: chi rischia il sequestro della card?

Reddito basso: fate attenzione al redditometro, ecco perchè

I contribuenti che hanno un reddito basso sono sotto i riflettori da parte dell’Agenzia delle Entrate, la quale può effettuare i controlli in base a fattori e indici, il cosiddetto “redditometro”. Il controllo sintetico è legittimo, una recente sentenza è intervenuta in merito chiarendo che il contribuente ha sempre la facoltà di difendersi.

Leggi qui cosa ha deciso la Corte: Il Fisco controlla il reddito basso dei contribuenti, bisogna dimostrarlo

Assegno sociale e nuovi importi 2020

L’Inps comunica i nuovi importi per il 2020 per trattamenti di integrazione salariale, assegno ordinario, assegno emergenziale e assegno per attività socialmente utili.

Analizziamo cosa prevede la circolare Inps e chi ha diritto all’aumento: Assegno sociale, ordinario e emergenziale, i nuovi importi dal 2020

Riforma pensioni: tre criticità da risolvere e il pensionamento a partire da 64 anni

Sulla riforma pensioni dopo Quota 100 si cerca di trovare la strada giusta, almeno si spera. I dubbi sono tanti e i cittadini hanno paura che si ripresenti una situazione simile alla Legge Fornero che creò gli esodati, una situazione che ancora oggi fa piangere intere famiglie. Le riflessioni dell’Onorevole Brambilla sulla quota 100, evidenziano l’orientamento di questa nuova riforma. L’Onorevole considera la pensione anticipata Quota 100 una risposta “incompleta e costosa a un problema reale”.

Leggi qui cosa prevede la riforma: Riforma pensioni: tre soluzioni a partire da 64 anni

Vendita immobiliare e controllo del Fisco

La fase della vendita immobiliare è un’operazione molto delicata dal punto di vista fiscale. L’Agenzia delle Entrate potrebbe attivare un controllo sull’eventuale prezzo di vendita dell’immobile, ritenendolo inadeguato al valore della proprietà. Potrebbe accadere che l’Ufficio predisponga una notifica di accertamento, se ritiene che la vendita sia antieconomica. 

Leggi qui la notizia completa: Vendita immobiliare: quando scatta l’accertamento dell’Agenzia delle Entrate

Cartelle esattoriale, quando bisogna considerarla nulla

La notifica di una cartella esattoriale non è un atto che fa sorridere, anzi nei contribuenti incute molto turbamento. Nello stesso tempo, prima di lasciarsi andare allo sconforto, e procedere al pagamento o alla rateizzazione è bene sapere che è possibile richiedere la nullità della cartella esattoriale. A volte, basta pochissimo per dichiarare nulla una cartella esattoriale. La mancanza di principi essenziali possono rappresentare un motivo di annullabilità, oppure, in alcuni casi è possibile richiedere la nullità dell’atto per vizi di forma.

Per approfondire la notizia: Cartelle esattoriali il pagamento non è sempre dovuto, ecco quando sono nulle

Certificazione Unica 2020: le novità

Certificazione Unica 2020 per i lavoratori autonomi in regime forfettario il codice indicato 7 si scinde e dà origine al codice 8, che riguarda l’indicazione delle somme che non rappresentano una base di reddito. Si tratta, di una novità introdotta nell’anno in corso. Infatti, la CU 2020 per i lavoratori autonomi è stata aggiornata, ed è stata inserita la classificazione che riporta la diversificazione tra gli importi che confluiscono come base di reddito, che il lavoratore deve dichiarare nell’apposito codice 7. E, le cifre che non vanno a formare il reddito, come l’indicazione delle somme di reddito esente, da inserire nel codice 8.

Leggi qui la notizia completa: Certificazione unica 2020: novità e nuovi codici 7 e 8


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”