Novità su: Conto corrente, Finanziamenti, Bollette, Buoni postali, Canone RAI, Modello Redditi, Ferie, Regime Forfettario, Corrispettivi telematici

Rassegna su: Conto corrente, attenzione ai Finanziamenti, Bollette e tempi, Buoni postali, Canone RAI, Modello Redditi 2020, Ferie, Regime Forfettario, Corrispettivi telematici.

Rassegna di ieri e oggi, 4 e 5 febbraio 2020, con tantissime novità: Multa per telefono alla guida; Isee precompilato; Conto corrente; Finanziamenti e rate, bisogna stare molto attenti; Modello Redditi 2020; Ferie non godute; Regime forfettario 2020; Buoni postali; Bollette e tempi di conservazione; Sentenza saldo e stralcio; Canone RAI e Corrispettivi telematici. 

Multa per telefono alla guida: le novità

L’uso del telefono alla guida, rientra a pieno titolo (forse) tra le cattive abitudini degli automobilisti, nel merito si attende che si completi l’iter parlamentare sulla riforma del Codice della Strada. Le modifiche al testo che interessano in modo particolare parte degli automobilisti sono il divieto di fumo e l’uso di smartphone al volante. Si tratta, dell’approvazione di provvedimenti che incoraggiano i conducenti dei veicoli verso una guida sicura e consapevole ostacolando ogni possibile, nonché ricorrente forma di distrazione al volante.

Leggi qui la notizia completa: Telefono alla guida: patente sospesa e multa fino a 2.500 euro

Conto corrente senza costi: ecco di cosa si tratta

Conti corrente base, con accesso facilitato diretto alle famiglie e ai pensionati percettori di reddito annuo familiare calcolato con l’indicatore ISEE vicino allo stato di povertà. Si tratta, di un conto flat annuale, concepito senza spese, ossia privo di oneri e spoglio di alcun tipo di commissioni. Inoltre, il conto base è privo di penalità per recesso, né spese di chiusura. In vigore dal 19 giugno 2018 per agevolare i pensionati e le famiglie con servizi ridotti e costi tirati al minimo, così come stabilito nel decreto n. 70/2018  del Ministero dell’Economia (allegato A).  La proposta è stata suggellata dalla Convenzione tra Banca d’Italia, MEF, ABI, Poste e AIIP

Leggi qui tutte le informazioni: Conto corrente: base senza costi per pensionati e famiglie con redditi bassi

Attenzione ai finanziamenti

La solita storia di debiti e finanziamenti,  che però ha un finale diverso e soprattutto crea un segnale per tutti coloro che si trovano nella stessa situazione. Ma vediamo cos’è successo. Le banche e le società finanziarie dovrebbero avere clausole trasparenti per chi contrae prestiti o finanziamenti, purtroppo non sempre è così.

Leggi cosa è successo: Attenti ai finanziamenti: i soldi vanno restituiti se il TAEG è diverso da quello pattuito

Ferie non godute, si perdono?

Le ferie non godute, rappresentano per il lavoratore la rinuncia a un diritto riconosciuto dall’articolo 36 della Costituzione Italiana, e disciplinato dall’articolo 10 D.lgs. n. 66/2003. La Corte di Giustizia europea, nelle cause C-619/16 e C-684/16 ha stabilito che ai lavoratori spettano 4 settimane di ferie con cadenza annuale. Il lavoratore ha diritto di disporre di due settimane di ferie nell’arco dell’anno solare, le restanti nei 18 mesi successivi. Nei contratti collettivi è possibile variare le disposizioni relative alle ferie, tuttavia anche in virtù ordini diversi al lavoratore spetta la ripresa dell’equilibrio psicofisico.

Leggi qui le spettanze per le ferie: Ferie non godute: se il lavoratore rinuncia viene pagato?

Modello Redditi 2020: importanti novità

Importanti novità del modello Redditi Persone fisiche 2020 approvato con il provvedimento numero 27759/2020, su: figli fino ai 24 anni; spese di istruzione; colonnine elettriche; pace contributiva; impatriati, lezioni private e ripetizioni; analizziamole in breve.

Per approfondire: Novità modello Redditi PF 2020 per figli a carico, spese di istruzione, lezioni private e ripetizioni e non solo

Regime forfettario 2020: le clausole di esclusione

Regime forfettario nel 2020, è stata accantonata l’ipotesi del rinvio dal 1° gennaio 2021 delle nuove clausole di esclusione. La normativa prevede che le persone fisiche che esercitano un’attività con partita IVA di impresa arte e professione che nell’anno 2020 devono abbandonare il regime forfettario, si devono organizzare sui diversi adempimenti fiscali in vigore, pena sanzioni e multe.

Leggi qui la notizia: Regime forfettario dal 2020: nuove clausole di esclusione

Bollette pagate e tempo di conservazione: i consigli dell’avvocato

Abbiamo affrontato, qualche giorno fa, un dubbio che assilla molti cittadini:  quanto vanno conservate le ricevute di pagamento delle bollette. Da quello che abbiamo evinto dalla normativa il periodo in cui una ricevuta andrebbe conservato è pari alla prescrizione di quel pagamento poichè dopo il termine di prescrizione l’amministrazione o l’ente erogatore non potrebbe più pretendere il pagamento.

Ma, c’è un ma. Molto spetto il termine della prescrizione viene interrotto da eventuali solleciti di pagamento e, quindi, il tempo di conservazione delle ricevute si allungherebbe. 

Per noi cittadini e clienti resta tutto molto nebuloso poichè non conosciamo la legge e la normativa di riferimento e proprio per questo riporto integralmente il  messaggio di un ex legale che fa delle puntualizzazioni sull’argomento che potrebbero essere interessanti per tutti.

Vediamo, quindi, cosa ci consiglia l’avvocato al riguardo: Bollette pagate e quanto conservarle: al di là della prescrizione ecco cosa ci consiglia l’avvocato

Buoni postali 

I buoni postali sono un modo per gestire i propri risparmi in modo sicuro, visto che garantiscono sempre la restituzione del capitale investito. In ogni caso alla loro scadenza oltre al capitale vengono corrisposti anche gli interessi maturati nel corso degli anni. Si tratta di uno strumenti di risparmio esclusivo di Poste Italiane.

Approfondisci qui: Buoni postali dematerializzati: cosa sono?

Stralcio delle multe sotto i 1.000 euro

Multe sotto i mille euro con lo stralcio in automatico senza dover presentare richiesta di stralcio del debito, lo chiarisce una recente ordinanza numero 1151/2020 della Corte di Cassazione che in base all’art. 4 del D.lg. n. 119/2018. L’ordinanza mette un punto fermo chiarendo che le multe rientranti nel periodo dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, si estinguono automaticamente e non bisogna presentare nessuna istanza di sgravio formale.

La sentenza qui: Multe sotto i mille euro: lo stralcio è automatico senza istanza di sgravio, la sentenza

Canone RAI e rimborso

Il Canone Rai viene pagato nella bolletta dell’energia elettrica, seppur in tanti abbiamo aspettato con trepidazione che passasse la proposta di legge sull’abolizione del canone Rai, questo non è avvenuto. Tuttavia, resta la possibilità di richiedere il rimborso della quota relativa al canone di abbonamento alla televisione italiana, versato ma non dovuto.  L’Agenzia delle Entrate ha approvato il modulo per la restituzione della somma del canone Rai addebitata nella bolletta elettrica.

Leggi qui la notizia completa: Canone Rai 2020: novità rimborso, requisiti e domanda

ISEE precompilato online

ISEE precompilato online, disponibile dal sito web dedicato dell’Inps, una novità divenuta possibile grazie alla cooperazione tra l’Agenzia delle Entrate e l’Inps, che hanno coordinato le informazioni facendole confluire in unico database. Un’operazione che ha permesso di facilitare l’accesso ai contribuenti che possono richiedere in autonomia la compilazione della DSU. La struttura dell’intero programma è semplice e accessibile a tutti attraverso dei tutorial che rendono esplicativa l’intera acquisizione dei dati della dichiarazione precompilata senza l’appoggio dei CAF.

Leggi qui la notizia completa: ISEE 2020 precompilato con DSU automatico, le ultime novità Inps

Corrispettivi telematici

Il CNDCEC, una correzione dei corrispettivi telematici, classificandolo come un inadempimento fiscale inutile che si va ad aggiungere ai tanti attualmente in vigore. Il CNDCEC ha chiesto una correzione all’Agenzia delle entrate in riferimento alle lettere di compliance ad esercenti e commercianti con un volume di affari  di euro 400mila; ricordiamo che questi soggetti già sono obbligati dal 1° luglio 2019 all’invio dei corrispettivi telematici.

Leggi qui le novità: Corrispettivi telematici: cambio di rotta sulle lettere di compliance ai commercianti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”