Novità WhatsApp, quali altri cellulari dovranno dirgli addio a febbraio?

La piattaforma di messaggistica più famosa del web, WhatsApp, potrà essere disinstallata anche su altri cellualari a partire da febbraio 2020.

Mesi fa non si faceva altro che parlare di questo: alcuni cellulari con l’inizio del nuovo anno non potranno più avere l’applicazione WhatsApp, leader in assoluto tra tutte le piattaforme di messaggistica instantanea. In effetti, nonostante qualcuno non ci credesse, nonostante lo scetticismo, quello che più si temeva è diventato realtà, è accaduto. Purtroppo, però, questo processo non vede una fine e prosegue ancora. Infatti, un’ultima notizia sull’applicazioneWhatsApp vorrebbe che dal mese prossimo, e cioè febbraio 2020, WhatsApp non funzioni su ancora altri cellulalri. Non sappiamo dirvi quali siano i modelli precisi di cellulari sulla quale l’applicazione non funzionerà più, ma possiamo dirvi i sistemi operativi. Quest’ultimi sono Android 2.3.7. e iOS8. C’è però chi dice che non è giusto, che non può accadere una cosa simile e questo qualcuno è l’Unione Nazionale Consumatori. Tale ente, per tutelare chi rappresenta e cioè noi che consumiamo, pretende delle maggiori garanzie sulla questione, dichiarando anche di essere entrati in azioni scrivendo alla stessa azienda.

WhatsApp, da febbraio 2020 non funzionerà su altri cellulari

Eppure perdere WhatsApp, non poterlo avere più sul proprio cellulare e non poterlo più usare significa dire addio ad abitudine ormai ben radicate in noi, significa dire addio a tante funzioni che l’app permetteva.

Certo, non è la fine del mondo, ma comuqnue la sua assenza su alcuni cellulari si farà sentire ed andrà a influenzare anche le spese dei consumatori.

Infatti, questi non acquisteranno più i cellulari con sistemi dispositivi che non possono più supportare l’app, ma sicuramente altri.

Comunque sia l’ente che si occupa di tutelare noi consumatori, ente sopra citato, ha specificato di aver chiesto delle informazioni perfette su quello che potrà accadere.

A WhatsApp è stato chiesto se ci saranno altre limitazioni, cosa accadrà alla sicurezza o alla privacy dei vecchi utenti, se i vecchi utenti potranno accedere ai file condivisi in chat e ai messaggi.

Un’altra perplessità per l’ente è scoprire cosa accadrà anche in futuro per altri cellulari.

Infine, altra preoccupazione dell’ente è quella di tutelare le perosne definite deboli che non possono cambiare cellulare.

 

Leggi anche:

Cosa ci può succedere se si viene segnalati su WhatsApp?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.