Nuova Toyota Supra: l’auto sportiva giapponese si rinnova

La nuova Toyota Supra dopo appena un anno subisce il suo primo importante aggiornamento alla sua gamma

Toyota ha avuto bisogno di meno di un anno per applicare il suo primo aggiornamento profondo sulla quinta generazione della sua auto sportiva più iconica. La nuova Toyota Supra è stata presentata durante il Detroit Motor Show del 2019 e, ora, un anno dopo, la società giapponese ha effettuato un primo restyling che riguarda principalmente la meccanica, aggiungendo una nuova edizione speciale. Una delle novità è l’arrivo di un motore a quattro cilindri da 2,0 litri che deriva dalla BMW e eroga 258 CV di potenza a 5.000 giri / min e 400 Nm di coppia massima disponibile da 1.550 giri / min. 

La nuova Toyota Supra dopo appena un anno subisce il suo primo importante aggiornamento alla sua gamma

Questo motore, in poche parole, accorcia le distanze tra la Toyota Supra e la Toyota GT86. La versione da 2,0 litri è associata a una trasmissione automatica a otto velocità e impiega 5,1 secondi per raggiungere i 100 km / h da fermo con una velocità massima limitata elettronicamente a 250 km / h. La nuova Supra con motore a quattro cilindri sarà anche più efficiente con il consumo di carburante, grazie, oltre al motore di potenza e cilindrata inferiori, per una significativa riduzione di peso, impostando la scala a 1.443 kg rispetto ai 1.542 kg della versione a sei cilindri.

Leggi anche: Toyota: oltre 1 milione di ibride richiamate, dal 2015 al 2018, ecco cosa sta succedendo

Oltre al motore da 2,0 litri, la nuova Toyota include anche dischi freno più piccoli con pinze a pistone singolo, un sistema audio con quattro altoparlanti e sedili regolabili manualmente. Dispensa inoltre dalla sospensione adattiva e dal differenziale attivo. Al contrario, gli ingegneri Toyota sono riusciti a mantenere una distribuzione del peso vicina alle 50:50. Gli ingegneri hanno anche lavorato sul telaio, aumentando la rigidità, la resistenza al rotolamento e migliorando la stabilità in curva. Anche il servosterzo elettrico, le sospensioni variabili adattive, il controllo di stabilità e il differenziale attivo sono stati regolati.

Ti potrebbe interessare: Toyota effettuerà test di guida autonoma di livello 4 nel traffico reale nel 2020


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp