“Obama nungara”: il verme piatto argentino minaccia i giardini europei

La presenza di un nuovo invasore, di nome  Obama nungara , è segnalata in Francia da un team internazionale guidato da Jean-Lou Justine dell’ISYEB

Una delle conseguenze della globalizzazione è la diffusione involontaria mediata dall’uomo di specie invasive. La presenza di un nuovo invasore, di nome  Obama nungara , è segnalata in Francia da un team internazionale guidato da Jean-Lou Justine dell’ISYEB (Muséum National d’Histoire Naturelle, Parigi, Francia). Questo è il primo studio di questa invasione, riportato in un articolo pubblicato sulla rivista ad accesso aperto PeerJ.

Come nel caso di altri planari di terra, tra cui il verme piatto della Nuova Guinea, Platydemus manokwari e i giganteschi vermi piatti a testa di martello dall’Asia, già riportati in Francia,  è probabile che l’origine dell’invasione di  Obama nungara sia dovuta al commercio internazionale di piante, poiché planari e bozzoli adulti possono viaggiare facilmente in piante in vaso. Tuttavia, contrariamente alle specie di planari di terra precedentemente registrate che sono state trovate solo in una parte limitata del paese, Obama nungara  è segnalato in un’area che rappresenta i tre quarti della Francia metropolitana.

I vermi piatti terrestri sono predatori di animali del suolo, compresi lombrichi e molluschi, e quindi rappresentano una possibile minaccia alla biodiversità degli animali nativi e all’ecologia del suolo, sebbene l’impatto ecologico non sia ancora stato studiato.  Ad oggi, la presenza di  Obama nungara  è stata occasionalmente registrata da diversi paesi in Europa, tra cui Spagna, Portogallo, Regno Unito, Italia e Belgio. Tuttavia, in nessuno di questi paesi è stato condotto uno studio sull’entità di questo fenomeno.

Le osservazioni in Francia, basate principalmente sulla scienza dei cittadini, includono 530 registrazioni verificate ricevute dal 2013 al 2018. I risultati mostrano che la specie è ora presente in 72 dei 96 dipartimenti della Francia metropolitana, un’area che rappresenta il 75% del paese. La specie è particolarmente abbondante nei giardini lungo la costa atlantica e mediterranea. La specie è stata anche registrata sulla Corsica nel Mar Mediterraneo.

Ti potrebbe interessare: Una misteriosa creatura, una specie aliena, uccisa perchè pericolosa, ecco dove


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp