Opzione donna 2019: dubbi sulla decorrenza, penalizzazione e disparità di trattamento, le news

Pensione anticipata Opzione donna prorogata nel 2019, tanti dubbi e le criticità, disparimento per le lavoratrici autonome e penalizzazioni, le Faq.

La pensione anticipata Opzione donna è stata prorogata nel 2019 nel decreto legge n. 4/2019. La circolare Inps n. 11 del 29 gennaio 2019 all’articolo 16, stabilisce che le lavoratrici che hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni, se lavoratrici dipendenti, e 59 anni, se lavoratrici autonome, possono accedere alla misura con il calcolo dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo (decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 1804). Analizziamo alcune criticità e dubbi delle nostre lettrici.

Pensione Opzione donna prorogata nel 2019: dubbi, criticità, penalizzazione e ingiustizie

Domanda: Buonasera, mi sono recata presso un patronato per fare la domanda dell’opzione donna, in quanto ho tutti i requisiti richiesti dal decreto, sincerato il tutto è compilato la domanda non è stato possibile invitarla perché non c’è decorrenza cioè essendo nata il 22/11/1960 devo attendere il mese di settembre per poterla inviare.Perché? Grazie

Risposta: In molti hanno rilevato questa difficoltà. Le disposizioni attuative sono state rese disponibili dall’Inps con la circolare n. 11 del 29 genanio 2019. Si attendono chiarimenti in merito dall’ente pensionistico.

Differenze tra pensione Opzione donna, Quota 100 e anticipata

Domanda: Dipendente pubblica nata il 18.02 .1959 (educatrice nido) ad agosto 2019 maturo 40 anni di contributi. Avrei anche la possibilità di riscattare 5 mesi di maternità facoltativa fuori dal rapporto di lavoro che mi costa circa 4000 €. Se ho capito bene opzione donna è stata prorogata ma mi penalizza troppo a livello economico. Sono alla fine della carriera e vorrei non essere penalizzata dopo tanti versamenti  Le chiedo: con le nuove normative quando potrò lasciare il lavoro?

Risposta: Troverà tutte le informazioni sull’opzione donna prorogata nel 2019 in quest’articolo: Opzione donna 2019: cristallizzazione, requisiti, contributi figurativi, FAQ aggiornate

In riferimento alla quota 100 i requisiti richiesti sono 62 anni di età e 38 anni di contributi. Lei potrebbe comunque accedere se decide di restare a lavoro con la pensione anticipata che per le donne richiede un requisito contributivo di 41 e 10 mesi con una finestre di tre mesi dalla maturazione dei requisiti per poter l’assegno pensionistico, indipendentemente dall’età. La pensione anticipata e la quota 100, sono calcolate con lo stesso sistema misto e non sono penalizzanti. La scelta è personale, anche se nel suo caso è davvero un peccato non arrivare alla pensione anticipata. Le lascio quest’articolo dove troverà le differenze fra le due misure: Pensione quota 100 o anticipata con stop alla legge Fornero, le due strade

Lavoratrici autonome continua la disparità di trattamento

Domanda: Sono una ragioneria commercialista con 36 anni di contributi al 31.12.2018 e sono nata il 21.9.1961 (58 anni di età a settembre prossimo). Vorrei che qualcuno mi facesse comprendere perché le donne autonome devono avere  un anno in più rispetto alle dipendenti.
Considerando che non abbiamo periodi di gravidanza allattamento facoltativa e malattia.
Insomma della serie arrangiati, rispetta e fai rispettare le scadenze contributive ai tuoi clienti. Grazie

Risposta: Purtroppo la strada di equità tra lavoro dipendente e lavoro autonomo è ancora lunga, non se ne capisce il perchè. In riferimento alla malattia sono stati fatti grandi passi avanti, è possibile consultare le malattie tutelate secondo la nuova normativa nella: Circolare-numero-139-del-12-10-2017_Allegato-n-1


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”