Otto neonati uccisi in pediatria, arrestata l’infermiera, ecco dov’è successo

8 bambini uccisi in pediatria, il gesto folle di un’infermiera fermata prima di ucciderne altri, ecco dov’è successo.

Accusata di aver ucciso 8 bambini e altri ancora tentato di ucciderli, ma la polizia del Cheshire ha confermato che l’arresto della donna è stato un significativo passo avanti, e che tutti i bambini morti in quella struttura sanitaria, devono avere giustizia.  Indagini ancora in corso sulla morte di 8 bambini alla Countess of Chester Hospital.

Tra marzo 2015 e luglio 2016, sono morti 17 bambini all’ospedale Countess of Chester.

Un portavoce della contessa di Chester, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione oppure un semplice commento per quanto riguarda il personale dell’ospedale. In seguito, non ha neanche giustificato la presenza del ‘’professionista sanitario’’, responsabile appunto della morte dei bambini.

Si tratta di un’indagine molto delicata, e finora ancora non è certa la causa della morte e collasso dei 17 bambini. Il responsabile, che si sta occupando del caso, dichiara che le indagini saranno molto approfondite, e con certezza ci sono cose che ancora devono uscire fuori.

I genitori di tutti i bambini continuano a essere completamente aggiornati e vengono sostenuti

La notizia, ha fatto ovviamente il giro nel web. In un momento estremamente difficile e soprattutto delicato, come questo ed è importante ricordare che ci sono famiglie in lutto che cercano risposte e attendono giustizia per la morte dei loro figli.

Inizialmente, l’ospedale aveva chiesto una rapida indagine sulla morte di 8 bambini, ma questo risale al 2017. Da allora, altri 9 bambini sono praticamente entrati in questo strano mistero.

Il direttore dell’ospedale, è scioccato

Il direttore medico dell’ospedale, Ian Harvey, molto preoccupato di quello che succede nel suo ospedale, aveva chiesto alla polizia di fare luce sulla faccenda, e promette di fare tutto il possibile per capire cosa è successo.

La contessa di Chester, che cura circa 400 bambini all’anno, ha smesso di provvedere alle cure per i bambini nati prima di 32 settimane nel luglio 2016 dopo aver riferito “un numero maggiore di decessi e collassi minori di quanto normalmente previsto”.

Dove sta realmente la verità?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.