Pace fiscale 2019: l’integrativa tombale paralizza la riscossione?

La Pace fiscale aprirà la frontiera al condono tombale? Ai contribuenti conviene aspettare tempi migliori prima di versare le imposte?

La Pace fiscale, rappresenta uno dei punti salienti della prossima Legge di Bilancio. Si stringono i tempi e l’asse politico ruota coordinandosi per chiudere il cerchio, dando risposte a un popolo elettorale che aspetta l’assunzione degli impegni presi. Oggi, la Pace fiscale è uno degli obbiettivi più ambiti a cui il governo di cambiamento deve tener testa. Non è facile capire esattamente la funzionalità della Pace fiscale, le novità sono tante, in breve cercheremo di dare alcune risposte chiare.

Che cos’è la Pace fiscale?

È la novità fiscale introdotta nel programma del governo Lega – M5S. Sostanzialmente, il sottosegretario al Mef, chiarisce che quando si parla di Pace fiscale si ipotizza un nuovo condono paragonabile al 2002. L’obbiettivo, resta quello d’incrementare il gettito tributario, arricchendolo attraverso una rottamazione non solo che risulti dai debiti reali che il Fisco ben conosce, ma concedendo la possibilità dietro esplicita richiesta da parte del contribuente, di sviare un possibile o probabile accertamento relativo al passato da parte del Fisco.

Resta da dire che al momento, non vi sono certezze che il governo si muovi in questa direzione. Tuttavia, facendo un salto all’indietro il condono tombale del 2003, fece incrementare le casse dello Stato di ben 40 miliardi di euro. Sforando un record mai raggiunto in nome di una sanatoria.

Un vantaggio per tutti i contribuenti che hanno delle annualità in bilico soggette a un possibile accertamento dal parte dell’amico Fisco. Tutto sommato, risulterebbe come un’occasione per delineare i rapporti tributari.

Ecco perché il Sottosegretario al Mef, chiarisce che la Pace fiscale avrà un’ampia sfera d’azione. Infatti, include non solo un condono dalle proporzioni “tombali”, ma si parla anche dell’introduzione di tre aliquote. Si tratta, di un provvedimento ancora al vaglio della produzione dei tecnici.

Pace fiscale: integrativa tombale?

Per il contribuente la possibilità di azzerare qualsiasi forma di ostilità con l’Agenzia delle Entrate. In vista, una specie di “integrativa tombale” con aliquote differenziate, in virtù delle ipotesi che reggono la circostanza, cioè se si riferisce a una lite che sia pendente, potenziale oppure non iniziata.

Le previsioni investirebbero anche i contribuenti che hanno omessi oppure versato tardivamente i pagamenti della precedente sanatoria.

Inoltre, i tecnici al lavoro stanno vagliando anche la possibilità d’inserire una sorta di accordo globale finalizzato puramente alla regolarizzazione delle scritture contabili. Confermando un ulteriore azione che farebbe confluire un maggior gettito nelle casse erariali.

In materia di riforma IRPEF si parla di ben tre aliquote quali: 21%, 38% e 43%. In vista, la diminuzione del primo scaglione dove l’aliquota al 23% passerebbe al 22%.

I percettori del “bonus Renzi” pari a 80 euro mensili, non vedranno svanire o diminuire l’entità del bonus. Non è prevista alcuna eliminazione per tale beneficio.

Pace fiscale: condono tombale

La Pace fiscale ha già paralizzato la riscossione?

Attualmente i contribuenti, ingarbugliati dalle potenzialità che potrebbe offrire la Pace fiscale, potrebbero rimandare i pagamenti dei tributi regolarmente da versare in attesa di tempi più vantaggiosi.

Questo è quanto è emerso dopo l’annuncio del possibile “condono tombale fiscale”, dove si è notato un quasi blocco dei pagamenti e dei ravvedimenti operosi relativi ai tributi scaduti e non versati, alle liti pendenti con il Fisco ecc.

Complessivamente, si tratta di una possibile paralisi della riscossione legata all’eccessiva aspettative sulla prossima sanatoria. In questo quadro non dovrebbe sconfinare la semplice “illogicità”. Da un lato c’è l’esigenza d’incrementare le casse, dall’altro una fetta sostanziosa di contribuenti in attesa di tempi migliori per chiudere le pendenze con il Fisco, e nel mezzo i milioni di contribuenti che regolarmente pagano le imposte.

Leggi anche:

Sondaggi politici elettorali Ipsos: ammessa dal 49% degli italiani la “pace fiscale”, perché?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein