Pace fiscale: concordata cancellazione delle cartelle superiori a 1000 euro

Pace fiscale, novità: il condono delle cartelle esattoriali sarà attuato anche per quelle di importo superiore ai 1000 euro.

Pace fiscale, novità: il condono delle cartelle esattoriali sarà attuato anche per quelle di importo superiore ai 1000 euro.

Il maxi condono

L’ultima novità riguardo la pace fiscale interesserà molte persone. Ad usufruire del beneficio fiscale, infatti, saranno numerosi contribuenti. Questo perché da un’approfondita lettura della norma approvata dal Governo emerge che non si parla di cancellazione delle cartelle di pagamento ma di “carichi affidati agli agenti della riscossione”, ovvero dei cosiddetti importi iscritti a ruolo. Da ciò consegue, quindi, che chi possiede cartelle esattoriali superiori ai 1.000 euro molto probabilmente non sarà tenuto a pagarle.

Importi iscritti a ruoloPace fiscale: concordata cancellazione delle cartelle superiori a 1000 euro

Vari sono i modi per aderire alla pace fiscale. Precisamente 6 sono le modalità che possono essere utilizzate; tra queste ce n’è una che non necessita di alcuna richiesta da parte del contribuente. In questo caso, infatti, il condono avviene d’ufficio, ovvero in automatico: al 31 dicembre 2018 l’Agente della Riscossione cancella tutti i carichi iscritti a ruolo tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010.

Ma perché il limite della quota per la cancellazione delle cartelle è aumentato o, meglio, scomparso? Facciamo qualche passo indietro. Per capirci un po’ di più in questa storia complicata bisogna ripercorrere la procedura di riscossione esattoriale. Una volta riscontrato che le diffide bonarie nei confronti del contribuente sono state vane, l’Agente di Riscossione viene chiamato in causa per agire per conto degli enti pubblici e riscuotere il credito del cittadino.

Come agisce l’Agente di Riscossione? Ricordate gli importi iscritti a ruolo di cui parlavamo poche righe fa? Ecco, è proprio qui che entrano in scena. Nel momento in cui un credito viene iscritto a ruolo, l’esattore, ovvero colui che è incaricato della riscossione, è tenuto a mettere in pratica il recupero coattivo del credito.

Il recupero coattivo consiste nell’azione esecutiva, finalizzata al recupero di un credito, indirizzata ad un provvedimento giudiziario nel quale un giudice accerterà l’esistenza del credito e il mancato pagamento da parte del debitore. Prima di arrivare alle vie legali, però, l’attività di recupero crediti inizia in via stragiudiziale comunicando al contribuente in debito il rischio che corre. In questo modo si spera che il debitori adempi al suo dovere. A tal fine l’Agente della Riscossione forma una cartella esattoriale e, se non ottiene l’adempimento spontaneo, passa a procedure di pignoramento, di fermo o ipoteca.

Cartelle superiori a 1.000 euroPace fiscale: concordata cancellazione delle cartelle superiori a 1000 euro

La sanatoria approvata a legge dal Governo prevede un condono che non si riferisce alle cartelle, ma ai precedenti ruoli. Un’unica cartella esattoriale può includere anche più ruoli di differenti anni. Di conseguenza, si avrà che, presi uno ad uno, tutti questi importi non dovranno essere pagati anche se il totale della cartella supera la somma dei 1.000 euro.

Se, ad esempio, il contribuente non ha pagato il bollo auto per alcuni anni riceverà un’unica cartella che include i vari importi che avrebbe dovuto versare. L’Agente della Riscossione locale, infatti, anziché inviare una cartella per ogni singolo ruolo, preferisce formare un’unica cartella che racchiude i ruoli delle varie annualità arretrate. In questo modo il debitore può ricevere una cartella quasi certamente superiore ai 1.000 euro ma, nonostante ciò, i singoli ruoli saranno inferiori a tale cifra e non dovranno essere pagati.

Ricapitolando, il contribuente dovrà versare solo gli importi che, singolarmente presi, superano i 1.000 euro. Se una cartella contiene vari ruoli, ognuno di questi inferiore a tale cifra, e supera le migliaia di euro, la cartella in questione non va pagata.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.