Pace fiscale: rate rottamazione ter e saldo e stralcio si potranno pagare il 10 dicembre

Pace fiscale con slittamento di tutte le scadenze e chi non ha pagato nel 2020 le rate della rottamazione ter e saldo e stralcio, può mettersi in regola entro il 10 dicembre 2020, le ultime novità nel decreto Rilancio

La Pace fiscale con rottamazione ter e saldo e stralcio slitta a dicembre 2020, a prevederlo la bozza del decreto Rilancio. Sono state previste due vie di proroga che permettono lo slittamento delle definizione agevolate nel 2019: rottamazione ter e saldo e stralcio. La novità inserita nel decreto Rilancio, prevede che le rate si potranno pagare entro il 10 dicembre 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi. Le stesse regole si potranno applicare alle rate dei pagamenti dovuti dalla definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della Riscossione a titolo di risorse proprie della Ue. 

Rottamazione ter e saldo e stralcio il pagamento slitta al 10 dicembre

La pace fiscale attivata nel 2019, ha permesso a molti contribuenti di fare pace con il Fisco, chiamata “pace fiscale”, pagando il dovuto nel caso della rottamazione ter senza interessi e sanzioni; pagando una parte del debito sempre senza interessi e sanzioni per quanto riguardo il saldo e stralcio. 

Pace fiscale: la proroga delle scadenze

Entrambe le definizioni agevolate prevedono il pagamento delle rate con le scadenze successive alla prima (28 febbraio 2020), per ogni anno alle seguenti date:

28 febbraio
31 maggio
31 luglio
30 novembre

Con il decreto Rilancio, il debitore può pagare le rate scadute o in scadenza nel 2020, integralmente entro il 10 dicembre 2020, a patto che le rate del 2019 sono state regolarmente pagate. 

Pace fiscale per la proroga non valgono i 5 giorni di tolleranza

In questo caso non trova applicazione la tolleranza dei cinque giorni applicabile alla scadenza della rata. Ultimo termine per mettersi in regola è il 10 dicembre 2020. 

Anche la definizione di pvc subisce una proroga, le rate in scadenza dal 09 maggio al 31 maggio 2020, si allungano fino al 16 settembre, questo prolungamento vale anche per gli atti di accertamento, chiusura liti pendenti delle associazioni dilettantistiche e sportive.  

Blocco delle cartelle esattoriali

Tra le tante novità previsto il  blocco delle cartelle esattoriali e lo stop del saldo e dell’acconto dell’Irap per le imprese da versare a giugno. Lo stop dell’Irap non è per tutte le imprese ma solo per quelle che hanno subito ingenti perdite di fatturato.

Per approfondire la notizia, consigliamo di leggere: Blocco cartelle esattoriali, cancellazione Irap e proroga rate rottamazione, le ultime novità


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”