Pamela Mastropietro, il penalista Michele Andreano: “il nigeriano potrebbe essere scarcerato molto presto”

Un sunto esposto in modo chiaro dal penalista Michele Andreano, Oseghale potrebbe scontare solo pochi anni di carcere per vilipendio e occultamento del cadavere di Pamela Mastropietro.

La tragedia di Pamela Mastropietro sembra non trovare pace, un nuovo scenario sconvolgente si apre su questa triste storia. Dichiarazioni che non lasciano del tutto indifferenti quelle rese dall’avvocato penalista Michele Andreano, attraverso il “Tgcom24”. Ha chiarito, in modo esplicito la posizione di Innocent Oseghale, forse “potrebbe essere scarcerato molto presto”.

Un’ipotesi agghiacciante

Secondo quanto affermato dal penalista, il nigeriano Innocent Oseghale 29enne, si trova agli arresti con l’accusa di occultamento e vilipendio di cadavere. Il gip – spiega Andreano – non ha ritenuto procedere con l’accusa di omicidio per la morte di Pamela Mastropietro, in quanto non sussisterebbero a carico del nigeriano elementi per procedere per tale accusa.

Dichiarazioni che alleggeriscono di molto la posizione del nigeriano, tanto che il giudice potrebbe non avere elementi sufficienti per far restare in carcere a lungo l’imputato.

Innocent Oseghale (forse) solo 3 anni di carcere

Secondo quanto riportato da “Tgcom 24”, il penalista chiarisce quanti anni sconterebbe nell’ipotesi che le accuse a carico del nigeriano non mutino. Il legale minuziosamente argomenta, in modo preoccupato l’evoluzione degli sconti di pena che potrebbe seguire Oseghale, accusato di vilipendio e occultamento di cadavere.

Andreano – precisa – che per il solo vilipendio è prevista una pena che oscilla tra i 3 anni fino a un limite massimo di 6. Per l’accusa di occultamento di cadavere la pena può arrivare fino a 3 anni. L’ordinamento giuridico italiano, prevede il rito abbreviato, di conseguenza Oseghale, potrebbe essere imputato a scontare una condanna pari a circa 3 anni.

Al momento il nigeriano non è stato liberato, poiché non possiede un domicilio idoneo a cui può far riferimento, potrebbe recuperarlo presto ed essere rilasciato. Conti fatti Oseghale potrebbe ritrovarsi libero molto presto. Non ci resta che sperare nell’opera impeccabile degli inquirenti, affinché trovino gli elementi giusti per assicurare il colpevole della morte di Pamela Mastropietro alla giustizia.

 

Vedi anche:

Blackout luce e sbalzi di corrente: chi paga i danni degli elettrodomestici fusi?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein