Pasta scotta: fa ingrassare e fa venire il diabete

Attenzione a mangiare pasta scotta, è meno digeribili e fa salire il diabete.

La pasta esiste in tutti i continenti, in tutto il mondo, ma è un prodotto tutto italiano e ce lo invidiano tutti. Non esiste una giornata in qualunque casa italiana che non si mangi pasta, la possibilità di poterla gustare in tanti modi e in qualunque formato la si vuole. Grazie al contenuto di carboidrati ci permette di recuperare energie, ma sappiamo veramente come cucinarla, scotta o al dente, può influire sul gusto o può farci male.

Vediamo cosa ci può capitare se mangiamo la pasta scotta

La prima cosa che dobbiamo precisare è che va bene mangiare pasta ma con moderazione, a causa dei carboidrati se esageriamo ci può far ingrassare.

Mangiare la pasta scotta può essere negativo per due motivi:

  • è meno digeribile rispetto a quella al dente, può provocare problemi gastrici e contiene un indice glicemico più alto
  • la digestione avviene in modo più rapido e di conseguenza si perderà presto il senso di sazietà

Quindi da come vediamo mangiare la pasta scotta è sconsigliato in particolare per chi segue una dieta e per chi soffre di diabete, quindi per questi soggetti è consigliabile mangiare la pasta al dente, attenzione, non cruda, si può poi ripercuotere su chi ha problemi digestivi e gastrici.

Per poter usufruire di tutti i valori nutrizionali della pasta, abbiamo capito che bisogna mangiare la pasta con la cottura giusta. Vogliamo anche dire che per ottenere una pasta al dente uniforme dobbiamo cuocerla in una pentola con molta acqua, dobbiamo girarla spesso e ci dobbiamo attenere, orologio alla mano, ai minuti che ci sono scritti fuori alla busta della pasta che stiamo cucinando e poi scolarla.

Altra precisazione è che fate attenzione a leggere i minuti fuori alla busta della pasta, ogni marca di pasta e tipo di pasta può variare da pastificio a pastificio con i tempi di cottura.

Inoltre, si consiglia a tutti quelli abituati a mangiare la pasta scotta, con gradualità di cambiare abitudine e mangiarla a cottura giusta per non incorrere nei problemi detti prima.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp