Lavoro: pausa pranzo anche con buoni pasto va pagata come straordinario, la sentenza

La pausa pranzo se viene abolita dal datore di lavoro e viene sostituita con i buoni pasto, il tempo di pausa deve essere pagato come straordinario.

Una sentenza della Suprema Corte stabilisce che se la pausa pranzo è soppressa, anche se vengono riconosciuti i buoni pasto, questa deve considerarsi come straordinario. La Corte di Cassazione con l’ordinanza nel 21325/2019 respinge il ricorso dell’Asl e precisa che nel momento che il datore di lavoro sopprime la pausa pranzo anche rilasciando ai dipendenti dei buoni pasto da utilizzare fuori l’orario lavorativo e poi pretende di far recuperare ai lavoratori i 15 minuti destinati alla pausa, questa deve essere pagata come straordinario.

Pausa pranzo: il caso

La vicenda vede coinvolti due dipendenti contro l’Asl come datrice di lavoro. I dipendenti chiedevano il riconoscimento del diritto di vedersi retribuire la maggiorazione di lavoro straordinario dei 15 minuti della pausa pranzo abolita dall’ASL; la quale in sostituzione aveva attribuito i buoni pasto da spendere presso terzi convenzionati. Inoltre, l’Asl avrebbe preteso che il dipendente recuperasse i 15 minuti impiegati per la pausa senza retribuzione per ogni giorno di effettiva percezione del buono. 

L’ASL si oppone con un ricorso, per la Cassazione il ricorso è infondato in quanto anche sostituendo la pausa con i buoni pasto, i 15 minuti richiesti al dipendente come recupero devono essere pagati come straordinario e non possono essere recuperati senza essere pagati.  

È possibile leggere qui: Pausa pranzo_ sentenza n. 21325_2019


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”