Pellicola e alluminio contaminano il cibo e sono un rischio per la salute

Alluminio, pellicola trasparente e plastica colorata, contaminano il cibo, a rischio la salute.

Si continuano a fare errori, c’è disinformazione in materia, l’alluminio, la pellicola è i contenitori di plastica ci fanno commettere dei gravi errori e di conseguenza ci fanno contaminare gli alimenti che a contatto con questi elementi li fanno diventare pericolosi per la salute di tutte le persone.

Andiamo a vedere quali sono le circostanze in cui vengono contaminati i vari tipo di cibo

Alcuni studi hanno confermato questa teoria; l’alluminio, la pellicola e la plastica non usati in modo corretto diventano veleno per la nostra salute, le modalità di uso come la temperatura, lo stato fisico, il tempo, la composizione dell’alimento ne peggiorano la qualità.

Il rischio aumenta quando si va a parlare di alimenti salati o acidi. L’alluminio in caso di continua assunzione può attaccare diversi organi del nostro corpo come potrebbero essere i reni, il fegato, le ossa, il tessuto adiposo, con possibili effetti infiammatori e tossici.

Lo stesso discorso dell’alluminio è possibile farlo per la pellicola trasparente e plastica colorata, lo stesso pvc non è adatto a tutti gli utilizzi per il motivo che ci possono essere presenze plastificati come i ftalati. Nella produzione industriale possono rilasciare cloruro di vinile e piombo.

Il problema più grosso e per questo siamo ignoranti, è la conservazione dei cibi che possono essere contaminati da virus e batteri.

Gli alimenti potenzialmente pericolosi a questi contatti sono: le uova, i prodotti della pesca, la carne suina, le preparazioni alimentari combinate. I problemi che si possono avere sono epatite A, intossicazione da istamina, norovirus, tossine batteriche, stec, clostridium botulinum.

Bisogna fare attenzione anche alla cottura del cibo, la cottura inadeguata o incompleta, oppure quella troppo cotta e a temperatura elevata, ci si può esporre a dei rischi quando andiamo a mangiare questo cibo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp