Pensionamento anticipato a 54 anni con fondo pensione: quali possibilità?

Qual è la possibilità di pensionamento più veloce per chi ha compiuto 54 anni ed è titolare di fondo pensione complementare?

Quali sono le possibilità di pensionamento più veloce per chi, ad oggi, ha compiuto 54 anni ed è in possesso di 33 anni di contributi? Premettiamo che le misure che permettono il pensionamento a 54 anni sono davvero poche e che per trovare possibilità di anticipo pensionistico è necessario soddisfare determinati requisiti. Cerchiamo di capire.

Pensionamento anticipato a 54 anni

Un lettore scrive per chiedere:

Buongiorno. Ho letto molti quesiti di lettori a cui avete risposto esaustivamente, ma non ho trovato nulla che facesse al caso mio.

Sono un lavoratore dipendente del settore metalmeccanico, ho 54 anni e circa 33 anni di contributi (inoltre sono affetto da ipertensione arteriosa essenziale moderata, per la quale mi sono state riconosciute una serie di esenzioni SSN).
Parte del mio TFR viene versato nel fondo COMETA.
Quali requisiti minimi devo maturare per poter accedere ad una pensione anticipata?
Grazie

Con i suoi requisiti possibilità di pensionamento nell’immediato non ce ne sono, anche considerando il fatto che lei è ancora giovanissimo. L’unica possibilità a breve termine è rappresentata dalla pensione anticipata con la rendita, che non è una pensione previdenziale ma permette l’anticipo attingendo al tesoretto accumulato nel fondo previdenziale complementare di cui dice di essere titolare.

Per chi è in possesso di un fondo complementare previdenziale, infatti, è possibile accedere al prepensionamento anticipato a 57 o 62 anni, in base alla condizione lavorativa.

Alla Rita, infatti, possono accedere coloro che, avendo maturato almeno 20 anni di contributi nell’AGO possono vantare almeno 5 anni di contributi versati in un fondo previdenziale complementare e che abbiano:

  • 57 anni se privi di occupazione da almeno 24 mesi
  • 62 anni se ancora in servizio (è richiesta la cessazione dell’attività lavorativa).

Se non riesce ad accedere alla RITA o, in ogni caso non le appare conveniente utilizzare il tesoretto accantonato, la possibilità di pensionamento più “tradizionale” è rappresentata dalla pensione di anticipata al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi se è uomo, di 41 anni e 10 mesi di contributi se è donna.

Per approfondire consiglio la lettura dell’articolo: Pensione con la RITA a 52 anni, è possibile?

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.