Pensionamento con 15 anni di contributi pagati con la rottamazione cartelle esattoriale

Pensionamento con 15 anni di contributi con le tre deroghe Amato o con l’Opzione Dini, cosa conviene considerando che i contributi sono pagati con la Rottamazione?

È ancora possibile accedere alla pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi anziché con 20 in deroga alla legge Fornero grazie a quanto previsto dalla Legge Amato. Le deroghe alla legge Fornero del 2011 sono tre e poi c’è anche l’Opzione Dini,  analizziamo in breve i requisiti, rispondendo ad un nostro lettore che raggiunge il requisito contributivo di 15 anni con la rottamazione cartelle esattoriali.

Pensione con contributi in Rottamazione

Salve, ho 60 anni ex commerciante dal 1991 a chiusura 2010 ho versato 15 anni contributi gli ultimi 4 anni li sto regolando con la rottamazione e stralcio. Sono disoccupata dal 2010 e gentilmente avrei bisogno di ragguagli in merito. Vorrei sapere se posso anticipare la pensione, o posso rientrare nella  legge Dini o Amato. Confido in voi e nell’attesa cordiali saluti.

Una breve panoramica sulle tre deroghe Amato e l’opzione Dini che prevedono il pensionamento con 15 anni di contributi, con uno sguardo sui contributi previdenziali regolarizzati con la rottamazione delle cartelle esattoriali.

Pensione con le tre deroghe Amato

I requisiti richiesti per la prima deroga  Amato alla legge Fornero prevede la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con 67 anni di età e soli 15 anni di contributi  (780 settimane) solo se queste sono state accreditate prima del 31 dicembre 1992.

La seconda deroga amato, permette di pensionarsi con 67 anni e 15 anni di contributi con un vincolo molto particolari: i lavoratori devono essere stati autorizzati dall’Inps al versamento dei contributi volontari in un fattore temporale antecedente del 31 dicembre 1992. Anche se i contributi non sono stati pagati questo non influisce nel pensionamento, l’importante che sia stata ottenuta da parte dell’Inps l’autorizzazione al pagamento dei contributi volontari.

In entrambe le deroghe sono validi tutti i contributi a qualsiasi titolo versati (obbligatorio, volontari, da riscatto, figurativi, ecc.). Possono delle due deroghe i lavoratori iscritti al Fondo lavoratori dipendenti o alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Inps. La deroga si applica anche agli iscritti ex Inpdap, ex Enpals, ex Ipost.

La terza deroga Amato prevede il pensionamento con 15  anni di contributi e 67 anni di età solo per i lavoratori dipendenti iscritti all’Ago in possesso dei seguenti requisiti:

  • anzianità contributiva di 25 anni;
  • 15 anni di contribuzione utile, quindi non sono validi i contributi da riscatto, figurativi, ecc…;
  • almeno 10 anni lavorati per periodi inferiori alle 52 settimane.

Pensionamento con 15 anni di contributi Opzione Dini

L’opzione Dini richiede i seguenti requisiti:

  • contributi prima del 1996 per una quantità inferiore a 18 anni
  • avere almeno un anno di contributi versati prima del 1° gennaio 1996
  • almeno cinque anni di contributi versati dopo il 1996
  • un’età anagrafica di 67 anni
  • l’assegno pensionistico deve essere pari ad almeno 1,2 volte il minino INPS 

Contributi Inps rottamati validi al pensionamento?

Molti i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione per sanare le cartelle esattoriali contenenti contributi previdenziali, pagando l’intero importo dovuto senza sanzioni e interessi. Questi contributi sono validi a tutti gli effetti e alla scadenza dell’intera definizione agevolata, saranno accreditati ai fini pensionistici.

L’accredito dei contributi avverrà dopo il pagamento dell’ultima rata, i tempi di accredito non si conoscono ma non saranno lunghi.

Se invece i contributi previdenziali sono entrati della misura di “Saldo e Stralcio”, saranno accreditati gli importi effettivamente pagati e in questo caso è possibile che non si raggiungono i contributi pieni annualmente.

Per approfondimenti: Saldo e stralcio con contributi validi per il pensionamento, saranno accreditati per intero?

Contributi in rottamazione e Opzione Dini e tre deroghe Amato

Con la rottamazione i contributi anche se si riferiscono a periodi precedenti, sono pagati negli anni successivi. Quindi, dal suo quesito penso che lei non rientri in nessuna delle deroghe Amato e nell’opzione Dini. Le consiglio comunque, di recarsi ad un patronato e con loro valutare tutte le possibili alternative, anche in virtù dell’adesione alla rottamazione o al saldo e stralcio.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”