Pensionamento con il Fondo: quale tipologia permette l’accesso alla R.I.T.A.

Pensionamento con il fondo pensione, quale scegliere e con quale caratteristiche, ecco alcuni chiarimenti utili.

Con la situazione di crisi in cui si trova l’Italia, sottoscrivere un fondo pensione per una pensione integrativa può essere una valida alternativa per integrare la pensione alla fine della carriera lavorativa e in alcuni casi è possibile anticipare il pensionamento di circa 5 o 10 anni prima con la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (R.I.T.A.), una misura approvata nel 2018 e regolata da COVIP. La RITA è una rivoluzionaria e fa parte del pacchetto pensioni news del 2020. Quale fondo pensione permette l’accesso alla R.I.T.A.?

Pensionamento con il fondo pensione con accesso alla R.I.T.A.

Un lettore ci ha posto il seguente quesito: “Buonasera, ho letto i Vs. articoli, vorrei sapere come si fa a versare in questo fondo denominato RITA? Ho 57 anni e 30 di contributi, sono iscritta alla gestione separata dell’INPS in quanto libero professionista, so che non ho i requisiti per andare in pensione ma vorrei sapere se posso versare in questo fondo per avere più possibilità contributiva. Ringrazio fin d’ora per il riscontro, cordiali saluti. Lucia”

Carissima, 

non esiste un fondo denominato RITA, ma sono i fondi pensioni che nel 2018 hanno dovuto modificare lo statuto interno per attenersi alle regole della Rendita Integrativa Anticipata Temporanea secondo la circolare dispositiva Covip n.888/2018

In linea generale è possibile scegliere un fondo di previdenza complementare che preveda l’accesso alla R.I.T.A.

Esistono vari fondi pensioni: chiusi e aperti. I fondi chiusi sono quelli di categoria e collegati al CCNL, aperti invece, sono quelli destinati a tutti (lavoratori dipendenti che autonomi) e anche quelli più comuni. 

I fondi aperti sono creati dalle banche, assicurazioni, istituti di credito, ecc., collocati presso il pubblico.  Tra i fondi aperti ci sono anche i fondi pensione di Poste Italiane.

I contributi versati nel fondo pensione sono deducibili nella dichiarazione annuale dei redditi in rapporto alla data di versamento, la soglia massima deducibile è di euro 5.164,57.

L’accesso alla RITA permette l’anticipo di 5 o 10 anni rispetto all’età pensionabile richiesta per la pensione di vecchiaia, a vigilare sulla trasparenza dei fondi è la COVIP (Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione)

Per maggiori informazioni sul pensionamento anticipato consigliamo di leggere: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”