Pensione a 60 per i controllori del traffico aereo: ci sono novità?

Cosa accade al controllore del traffico aereo quando scade il suo titolo abilitante al compimento dei 60 anni? Ci sono novità al riguardo?

Cosa accade ai controllori del traffico aereo, ai pilori, agli assistenti di volo che al compimento dei 60 anni perdono il titolo abilitante non potendo più esercitare la professione? Per questi lavoratori è prevista la possibilità di accedere alla pensione al compimento dei 60 anni (con applicazione di finestre trimestrali per la decorrenza della pensione). Vediamo cosa accade se si anticipa la pensione prima dei 60 anni.

Pensione 60 anni per controllori del traffico aereo

Un nostro lettore scrive:

Buongiorno Dottoressa Del Pidio.  
Volevo sapere se la circolare applicativa del decreto legge che riguarda la messa in quiescenza dei controllori del traffico aereo italiani a 60 anni è uscita e, se sì, cosa cambia rispetto a prima dell’entrata in vigore del decreto legge (che credo risalga a due o tre anni fa). A 60 anni noi perdiamo il titolo abilitante per cui non si può più esercitare la professione. Io ho prima lavorato in aeronautica militare dal settembre 1982 a dicembre  1985 come controllore, poi dal giugno 1986 presso aziende private come impiegato, infine dal settembre 1991 presso ENAV come controllore. Fino al 1995 gli anni figurativi ( che pagavamo per andare in pensione a 60 anni ) erano uno ogni tre, e poi dal 1995 uno ogni 5 fino a un massimo di 5. Io sono ex Inpdap e ora INPS.
Lo so che non è facile raccapezzarsi in questo ginepraio, ma ENAV sta contattando già ora (giugno 2020)  i controllori nati nel 1961 e 1962 per proporre il pre pensionamento. Non avendo un’idea di quanto sarebbe la mia pensione a 60 anni e quanto ci perderei andando via un anno e mezzo / due anni prima,  non ho ancora preso una decisione.
In attesa di un Vs.cortese riscontro,  porgo 
distinti saluti e grazie infinite 

La legge che cita è il DL numero 148 del 2017 che all’articolo 12-bis precisa che i controllori di traffico aereo, assistenti di volo piloti e operatori radiomisure  al compimento dei 60 anni, quando perdono a causa del raggiungimento dell’età limite il titolo abilitante, possono accedere tutti, indistintamente, alla pensione con l’applicazione di finestre trimestrali.

Prima di tale decreto vi era una netta distinzione tra coloro che risultavano assunto prima o dopo il 1995: la legge Fornero, infatti, prevede che gli iscritti alla CTPS alla perdita del titolo abilitante potevano accedere al pensionamento subito (60 anni) mentre gli assunti dopo il 31 dicembre 1995 dovevano attendere il raggiungimento dell’età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia (67 anni).

Con la legge del 2017, invece, viene meno questa distinzione e viene permesso a tutti, indipendentemente dalla data di assunzione di poter accedere al pensionamento al compimento dei 60 anni, applicando, però, delle finestre di 3 mesi per la decorrenza del trattamento.

Da allora per queste categorie di lavoratori non ci sono state grandi novità.

Per quanto riguarda, invece, l’eventuale prepensionamento prima del compimento dei 60 anni, oltre all’anno e mezzo, due anni di contributi versati in meno si vedrebbe decurtare la pensione anche a causa del coefficiente di trasformazione più basso applicato al suo montante contributivo per il calcolo della pensione. 

Non le so quantificare la perdita netta sull’assegno mensile visto che non so a quanto ammonterebbe in un caso o nell’altro ma potrebbe chiedere una simulazione ad un CAF o un patronato per avere le idee più chiare.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.