Pensione a 62 anni con 32 anni di contributi: l’unica via

Non sempre è facile centrare la pensione a 62 anni ma, nel 2020, esiste una misura che permette il pensionamento anche con 32 anni di contributi.

Non sempre è facile accedere alla quiescenza prima del compimento dei 67 anni di età. Nel caso specifico vediamo quando è possibile accedere alla pensione a 62 anni pur essendo in possesso di 32 anni di contribuzione rispondendo  alla domanda di una nostra lettrice che chiede: Ho 32 anni di contributi e 62 e 7 mesi di età disoccupata da 4 anni posso accedere a qualche aiuto pensionistico??

Pensione a 62 anni 

Non sempre è facile ottenere la pensione con 62 anni, soprattutto se non si rientra nella quota 100, quella tra le pensioni news che dal 2019 permette il pensionamento con almeno 62 anni di età e con un minimo di 38 anni di contribuzione versata.

Nel suo caso, però, se fosse in possesso di determinati requisiti e compiendo i 63 anni prima della fine del 2020, ci sarebbe la possibilità di pensionamento con l’Ape sociale.

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che, a meno che non intervenga una proroga in tal senso, l’Ape sociale andrà in scadenza (dopo la proroga intervenuta con la Legge di Bilancio 2020) il 31 dicembre 2020.

Come anticipavo, nel suo caso, compiendo i 63 anni tra 5 mesi potrebbe rientrare in questa misura che richiede, appunto, almeno 63 anni di età ed almeno 30 anni di contributi per invalidi, caregiver e disoccupati(per lavoratori usuranti e gravosi, invece, gli anni di contribuzione richiesti sono 36).

Per poter accedere all’Ape sociale come disoccupata, però, deve aver cessato la sua attività in modo involontario ed aver avuto diritto all’indennità di disoccupazione. Possono presentare la domanda di pensione con questa misura, infatti, i lavoratori dipendenti disoccupati a causa di licenziamento, anche collettivo, o per scadenza rapporto a tempo determinato che hanno terminato di fruire della Naspi spettante da almeno 3 mesi.

Lei scrive di essere disoccupata da 4 anni: se ha fruito, quando si è trovata disoccupata di tutta l’indennità di disoccupazione spettante potrebbe presentare domanda di riconoscimento del beneficio fin da subito (il compimento dell’età, infatti, è uno dei requisiti che può essere verificato anche in via prospettica) per presentare, poi, domanda di pensione vera e propria quando il riconoscimento sarà approvato.

Purtroppo, se non rientra nel pensionamento con l’Ape sociale, l’unica alternativa di pensionamento che ha è con la pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni di età.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.