Pensione a 63 anni disoccupato: quali alternative con 25 anni di contributi?

In quali casi è possibile accedere alla pensione anticipata contributiva con 20 anni di contributi e 64 anni di età?

Per i lavoratori disoccupati che hanno finito la fruizione della Naspi da almeno 3 mesi, che hanno compiuto 63 anni e sono in possesso di almeno 30 anni di contributi è possibile il pensionamento con l’Ape sociale. Ma se gli stessi lavoratori non hanno raggiunto gli anni di contributi richiesti vi è comunque una possibilità di uscita anticipata o è necessario attendere il compimento dei 67 anni per poter accedere alla pensione?

Pensione disoccupato 63 anni

Un nostro lettore ci scrive:

Salve ho  63 anni  ho  perso il lavoro  quindi sono giovane per la pensione e vecchio per lavorare  ce qualche legge  che mi permette di andare in pensione prima  ho  25 anni di  contributi  visto che il cammino x la pensione e lungo grazie  aspetto vostra  risposta 

Come anticipato sopra, non potendo accedere alla pensione con l’Ape sociale visto che non raggiunge il requisito contributivo richiesto per fruirne, l’unica possibilità di un pensionamento anticipato è rappresentata dalla pensione anticipata contributiva se ha raggiunto, entro il 31 dicembre 2011 i requisiti di accesso per esercitare l’opzione contributiva.

La pensione anticipata contributiva richiede per l’accesso almeno 64 anni di età ed almeno 20 anni di contributi. La misura richiede che l’assegno pensionistico spettante sia pari o superiore a 2,8 volte il minimo Inps ed inoltre che  i contributi versati ricadano nel sistema contributivo e, quindi che:

  • o siano stati versati tutti dopo il 31 dicembre 1995
  • o che il richiedente eserciti l’opzione contributiva avendone raggiunto i requisiti prima del 31 dicembre 2011
  • o, ancora, che il richiedente possa optare  per il computo nella gestione separata (per quest’ultimo è possibile approfondire leggendo: Computo nella Gestione separate: come si procede?)

Avendo lei 25 anni di contributi non credo possa vantare tutti contributi versati dopo il 1995 e, quindi, l’unica soluzione per poter accedere alla misura è che abbia raggiunto i requisiti per la facoltà di opzione contributiva entro il 2011.

Per poter esercitare l’opzione è necessario che al 31 dicembre 2011 lei avesse  perfezionato i requisiti anagrafici e/o contributivi per il diritto alla pensione entro il 31.12.2011 secondo le regole vigenti al 31 dicembre 2011, e sia in possesso di

  • almeno 15 anni di contributi versati
  • almeno 1 contributo versato prima del 1996
  • meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996
  • almeno 5 anni di contributi versati dopo il 31 gennaio 1995.

Se possedeva questi requisiti al 31 gennaio 2011 può esercitare l’opzione contributiva e, nel caso la sua futura pensione sia pari o superiore a 2,8 volte il minimo INPS (prima di esercitare l’opzione contributiva si informi sull’ammontare dell’ipotetica pensione tramite una simulazione richiesta ad un patronato) può accedere alla pensione anticipata contributiva al compimento dei 64 anni.

In caso contrario per accedere al pensionamento dovrà attendere di compiere i 67 anni per la pensione di vecchiaia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.