Pensione a 64 anni di età: non sempre è possibile l’accesso

Pensione a 64 anni di età: è bene sapere che non sempre è possibile. Vediamo quali sono i requisiti necessari per l’accesso.

La pensione di vecchiaia si raggiunge al compimento dei 67 anni di età per chi ha versato almeno 20 anni di contributi. Avere la pensione a 64 anni di età, invece, non sempre è possibile anche in presenza di almeno 20 anni di contributi poichè l’anticipata contributiva richiede anche altri requisiti che devono essere raggiunti per la quiescenza. Cerchiamo di capire come funziona la misura.

Pensione a 64 anni di età: perchè non è possibile?

Una nostra lettrice, insegnante, ci chiede: Ho 66 anni, e 27 anni di servizio, quando posso fare domanda di pensione???
Lo scorso anno  avevo chiesto in segreteria dell IC della scuola dove lavoro, ma mi hanno detto che devo raggiungere i 67 anni di età , perché non avevo il servizio E i contributi richiesti per la pensione, ora ho letto questo articolo che permette di fare domanda con 64 anni  di età’ e 20 di contributi… avrei bisogno di chiarimenti.. chiedo, come posso avere una risposta da voi, grazie… Ed eventuale procedura …

Il pensionamento anticipato a 64 anni con 20 anni di contributi non è possibile per tutti i lavoratori ma solo per coloro che rispettano i requisiti stringenti richiesti da tale misura. Cerchiamo, quindi, di capire di cosa si deve essere in possesso per accedere alla pensione anticipata contributiva.

Per maggiori approfondimenti è possibile consultare la nostra categoria Pensioni News.

Per poter accedere alla pensione a 64 anni di età è necessario, oltre al possesso dei 20 anni minimi di contributi, che questi ultimi siano stati versati interamente nel sistema contributivo e che il primo assegno previdenziale liquidato sia pari o superiore a 2,8 volte il minimo INPS (circa 1440 euro mensili).

Come si fa ad avere tutti i contributi versati nel sistema contributivo? Le alternative sono due e, nello specifico, sono:

• aver versato tutti i contributi utili alla pensione in data successiva al 31 dicembre 1995

• poter optare per il computo nella Gestione Separata (che può essere richiesto da chi ha almeno un contributo versato in questa gestione, ha meno di 18 anni di contributi versati prima del 1996, almeno 1 contributo prima del 1996, almeno 5 anni di contributi dopo il 31 dicembre 1995).

Nel suo caso, avendo 27 anni di contributi, è presumibile che gli stessi siano stati versati anche prima del 1996 e che, non avendo contributi versati nella Gestione Separata non possa optare per il computo in questa gestione, di conseguenza non può accedere alla pensione a 64 anni di età.

L’alternativa, come le ha suggerito anche la segreteria della sua scuola, è quella di accedere al pensionamento l’anno in cui compie i 67 anni, presentando, ovviamente, domanda di cessazione dal servizio entro i termini fissati annualmente dal MIUR.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.