Pensione a 71 anni con minimo 5 anni di contributi

Andare in pensione con pochi contributi è possibile, ma ci sono dei limiti, analizziamo quali e cosa fare per accedere con soli 5 anni di contributi.

Quando si hanno pochi contributi diventa difficile andare in pensione, un lettore ci scrive: Buonasera ho 60 anni da 11 anni sono disoccupato ho iniziato a lavorare nel 1976 fino al 2009 poi 2 anni di mobilità quando potrò  accedere alla pensione? Grazie 

Pensione vecchiaia contributiva

Con solo 5 anni di contributi può comunque andare in pensione con la pensione di vecchiaia contributiva, per questa misura sono richiesti un minimo di cinque anni. Questa pensione può essere richiesta dal 2019 con 71 anni di età.

Negli anni successivi è previsto un incremento dell’età pensionabile pari a 3 mesi ogni biennio a seconda dell’adeguamento della speranza di vita.

Per questa misura pensionistica non è richiesta una misura minima di accesso (assegno minimo) ma servono almeno 5 anni di contributi.

Possono fare domanda i lavoratori soggetti al calcolo con sistema contributivo. È previsto un limite, infatti, non possono accedervi tutti i lavoratori,  per chi ha iniziato a lavorare prima del 1996 non  può chiederla con solo 5 anni di contributi, in quanto deve aderire all’Opzione contributiva Dini che richieste l’accesso con un minimo di 15 anni di contributi.

Requisiti opzione contributiva Dini 

Riepilogando i requisiti richiesti sono:

  • aver maturato almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995
  • maturato almeno un contributo prima del 31 dicembre 1995
  • aver maturato almeno 5 anni di contributi dopo il 1996

In risposta al nostro lettore, lei non può aderire alla pensione di vecchiaia con un minimo contributivo di 5 anni in quanto ha iniziato a lavorare prima del 1996 e non può chiedere l’Opzione Dini che richiede un requisito minimo di 15 anni di contributi.

La normale pensione di vecchiaia prevede un requisito anagrafico di 67 anni e un requisito contributivo di 20 anni.

Può richiedere all’età di 67 anni l’assegno sociale, le consiglio di far analizzare la sua situazione da un patronato in base al suo estratto contributivo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”