Pensione anticipata a 52, 54 e 63 anni: le reali possibilità

Vediamo le possibili strade percorribili dai nostri lettori per un pensionamento nel breve termine.

Non esistono misure che permettono il pensionamento a 52 e 54 (mentre esiste l’Ape sociale che permette l’accesso alla pensione con 63 anni) ma in questo articolo analizzeremo le possibilità di uscita dal mondo del lavoro per accedere alla quiescenza di lettori che ci hanno contattato per conoscere le reali possibilità di pensionamento.

Pensione a 63 anni

Un nostro lettore ci scrive:

 Gent.mo, con la presente vengo a chiedervi se posso chiedere la pensione anticipata con una invalidità del 85 % e con 20 anni di contributi. Ho 63 anni. Grazie per la risposta

Con un’invalidità dell’85% rientra nella possibilità di accesso alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi che richiede almeno 56 anni di età per le donne, 61 anni di età per gli uomini, almeno 20 anni di contributi versati e un’invalidità certificata pari o superiore all’80%. La misura è accessibile solo dai lavoratori del settore privato mentre è preclusa per quelli del pubblico impiego. 

Se, quindi, appartiene al settore privato può accedere alla pensione fin da subito facendosi certificare l’invalidità pensionabile (stesso iter che per il riconoscimento dell’invalidità civile) e presentando domanda di pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi. Non deve attendere nessuna finestra per la decorrenza della pensione avendo raggiunto i requisiti più di 12 mesi fa.

Pensione a 54 anni: le possibilità

Un altro lettore ci chiede:

 Gentilissimi vi ringrazio per la vostra disponibilità, o 54 anni e 35 anni di contributi usufruisco della legge 104 avendo mia figlia di 25 anni diversamente abile dalla nascita. Mi chiedo c’è qualche possibilità di andare in pensione? Grazie per una risposta

Le uniche due misure che permettono ai caregiver di anticipare la pensione sono l’Ape sociale (per la quale purtroppo non possiede il requisito anagrafico richiedendo la misura almeno 63 anni di età) e la quota 41 per lavoratori precoci (che oltre a richiedere 41 anni di contributi prevede anche il requisito di almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età).

Non rientrando in nessuna delle due misure dovrà attendere di maturare i requisiti di accesso alla pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini fino al 2026). Nel frattempo, se non lo ha già fatto, potrebbe fruire del congedo retribuito di 2 anni sul quale trova maggiori informazioni nell’articolo: Congedo straordinario retribuito per madre con legge 104: quali condizioni?

Pensione a 52 anni

Un altro lettore chiede: Vorrei sapere avendo 30 anni e 5 mesi di contributi aggiornato al 30/04/2019 avendo 52 anni di età posso andare in pensione e come. Aspetto risposta cordiali saluti.

Non esistono misure che permettono l’accesso con 52 anni di età e 30 anni di contributi. Per accedere al pensionamento dovrà maturare i requisiti necessariper accesso alla pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini fino al 2026).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.