Pensione anticipata con 62 anni di età: ci sono tre possibilità

Andare in pensione con 62 anni di età, ci sono tre possibilità, analizziamole insieme considerando anche il montante contributivo.

Uscire dal lavoro a 62 anni per accedere alla pensione anticipata, secondo il caso di un nostro lettore esaminiamo le tre possibilità attualmente in vigore. 

Pensione a 62 anni di età: il caso 

Impiegato azienda privata, con mansioni ispettive e lavoro usurante notturno da oltre 10 anni. Età anagrafica anni 62, e anzianità contributiva anni 41. Quando è ipotizzabile la entrata in pensione e quale è la procedura per richiederla, Grazie

Pensione anticipata: le tre possibilità

Lei ha tre possibilità: Quota 100; pensione Quota 41 e pensione anticipata.

Prima possibilità: Può accedere alla quota 100 che richiede 62 anni di età e 38 anni di contributi, e lei ci rientra in quanto ha 62 e 41 anni di contributi. Deve attendere una finestra di tre mesi dalla maturazione di entrambi i requisiti. La domanda la può inoltrare anche subito.

Seconda possibilità: Pensione quota 41 indipendentemente dall’età per chi svolge mansioni usuranti, ha un anno di contributi prima del diciannovesimo anno di età (lavoratore precoce) e ha maturato 41 anni di contributi, con una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti. In riferimento al lavoro notturno, bisogna considerare che il D.lgs. 67/2011 che regola il lavoro a turni per le seguenti categorie:

  • lavori a turni con lavoro prestato nel periodo di notturno per almeno 6 ore per un numero e un minimo di giorni lavorativi non inferiore a 64;
  • lavoro che prestano la loro attività almeno di 3 ore nell’intervallo che va dalla mezzanotte alle cinque del mattino per periodi di lavoro di durata all’intero anno lavorativo

La normativa chiarisce che la mansione usurante deve essere stata svolta almeno sette anni negli ultimi dieci anni di attività lavorativa, compreso l’anno di maturazione dei requisiti oppure ad almeno la metà della vita lavorativa.

Terza opzione: Pensione anticipata, per questa misura deve attendere di maturare il requisito contributivo che per gli uomini è di 42 e 10 mesi indipendentemente dall’età e per le donne è di 41 e10 mesi. Anche qui bisogna attendere una finestra di tre mesi dalla maturazione dei requisiti.

In tutte e tre i casi l’assegno pensionistico viene calcolato nel modo seguente:

  • con un’anzianità contributiva con almeno 18 anni al 31 dicembre 1995, si mantiene il diritto al calcolo retributivo fino al 2011 compreso, peri poi dal 1° gennaio 2012 scatta il calcolo contributivo;
  • con un’anzianità inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995, il calcolo della pensione è effettuato con il sistema misto. Gli anni di contribuzione fino al 1995 sono calcolate con il sistema retributivo, mentre dal 1° gennaio 1995 in poi si calcolano con il sistema contributivo;
  • se non si possiede nessun contributo prima del 31 dicembre 1995, la pensione è interamente calcolata con il sistema contributivo.

Conclusione 

Riepilogando, per la quota 100 non ci sono vincoli e può fare domanda anche subito, per la quota 41 deve controllare se rientra nei requisiti, oltre al lavoro usurante anche il lavoro precoce; per la pensione anticipata deve lavorare ancora tre anni, a questo punto la scelta è personale. Bisogna precisare che il 31 dicembre 2021 la quota 100 finisce il suo periodo sperimentale e da quanto trapela non sarà rinnovata con questa tipologia di benefici, parlano di quota 101 o 102, tutto da vedere.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”