Pensione anticipata con congedo legge 104: le proiezioni

Quali possibilità di pensionamento fruendo anche del congedo straordinario retribuito legato all’assistenza di un familiare con legge 104?

Per i caregiver, ovvero coloro che assistono un familiare con grave disabilità certificato con legge 104, articolo 3, comma 3, sono agevolati, in alcuni casi, per l’accesso alla pensione grazie, fondamentalmente, a due misure previdenziali: la pensione precoci con quota 41 e l’ape sociale. In entrambi i casi sono richiesti specifici requisiti, cerchiamo di vedere le possibilità.

Pensione anticipata con congedo legge 104

Un lettore scrive per informarsi su quali sono le sue possibilità di accedere alla pensione tenendo conto anche del congedo straordinario legge 104:

Buongiorno, sono un dipendente privato con 54 anni e 32 anni contributivi,  caregiver in possesso di legge 104 per assistere la mamma di 87 anni a cui è  stata riconosciuta disabilità  permanente al 100 % (art.3 comma 3 ). 
Volevo sapere quale potrebbe essere la soluzione più  vicina per poter uscire dal mondo del lavoro anticipatamente in base alle attuali forme pensionistiche vigenti e se possibile inserire  in tale proiezione i due anni di congedo straordinario retribuito che mi 
spettano come possessore di legge 104 (legge 151) 
Grazie anticipatamente. 

Le pensioni che permettono un prepensionamento ai caregiver sono l’ape sociale e la quota 41. Per accedere all’Ape sociale sono necessari almeno 63 anni di età e, per i caregiver, almeno 30 anni di contributi oltre alla convivenza con il familiare disabile che si assiste. Per ovvi motivi anagrafici (e per il fatto che la misura va in scadenza il prossimo 31 dicembre) è escluso da questo tipo di pensionamento.

Per la quota 41, invece, oltre all’essere caregiver ed assistere il familiare da 6 mesi, è necessario rientrare anche nella categoria dei lavori precoci ed aver maturato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni di età. Sono richiesti, inoltre 41 anni di contributi.

Escludendo la possibilità  di pensionamento con le misure sopra descritte, nel suo caso il pensionamento più veloce è dato dalla pensione anticipata ordinaria che richiede, per gli uomini, almeno 42 anni e 10 mesi di contribuzione versata che raggiungerebbe all’incirca al compimento dei 65 anni. In ogni caso, essendo caregiver, se convive con sua madre fruendo del congedo straordinario retribuito per la legge 104, potrebbe smettere di lavorare a 63 anni, continuando a maturare contributi figurativi nel corso della fruizione del congedo stesso, per pensionarsi, poi, al raggiungimento dei contributi richiesti.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.