Pensione anticipata con contributi Naspi: sono validi per i 41 anni

Pensione anticipata con contributi Naspi utili al perfezionamento dei 41 anni di contributi richiesti? Scopriamolo insieme e cosa fare se mancano i contributi.

La pensione anticipata con contributi Naspi, sono considerati per i 41 anni richiesti per i lavoratori precoci? È la domanda che molti lavoratori ci pongono. In un periodo di crisi economica il pensionamento anticipato diventa sempre più difficile; molte le aziende che chiudono e si avvalgono degli ammortizzatori sociali. Chi si trova vicino al requisito richiesto per la pensione anticipata quota 41 (lavoratori precoci), si chiede se la contribuzione figurativa per i due anni di disoccupazione Naspi e valida al perfezionamento dei requisiti. La pensione anticipata quota 41 è una misura che non scade e fa parte delle pensioni news 2020; verifichiamo come sono valutati i contributi figurativi rispondendo alla domanda di un nostro lettore.  

Pensione anticipata con contributi figurativi Naspi

Come sopra accennato, ecco la domanda di un lettore che si trova a fare i conti con la sua possibile pensione: Buongiorno faccio  54 anni a ottobre sono del 1966 ho maturato 38 anni e 6 mesi di contributi la mia ditta vuole chiudere e avrei di diritto 2 anni di naspi chiedo se potrei andare in pensione anticipata ?grazie

Lei può accedere alla pensione anticipata quota 41 destinata ai lavoratori precoci (coloro che hanno un anno di contributi versati prima del compimento del diciannovesimo anno di età) con 41 anni di contributi a prescindere all’età anagrafica. Inoltre, nel suo caso è previsto che il lavoratore da tre mesi abbia finito di percepire l’indennità Naspi.

Nel periodo in cui percepisce l’indennità di disoccupazione Naspi matura i contributi figurati utili al diritto alla pensione quota 41.

Grosso modo lei dovrebbe arrivare ai 41 anni di contributi, se le manca qualche mese può chiedere all’Inps il pagamento dei contributi volontari per il periodo mancante e arrivare al requisito richiesto.

La pensione anticipata quota 41 prevede che il lavoratore dopo la fruizione dell’ultimo rateo dell’indennità di disoccupazione deve attendere tre mesi e inoltre, deve attendere anche tre mesi di finestra mobile inserita con il decreto n. 4/2019.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”